Micorrize al servizio delle radici del mais

Dekalb propone la Acceleron® seed applied solutions, atta a esaltare le potenzialità del mais migliorandone l'impianto, il vigore e l'uniformità, riducendo i rischi e ottimizzando le prestazioni

Info aziende
dekalb-concia-micorrize.png

Acceleron®, la concia che mette il turno alle radici

Massimizzare l'efficienza dell'interazione radici/suolo è uno dei punti focali su cui investire in ricerca e sviluppo. Ogni miglioria in tal senso porta a incrementi produttivi sensibili, consentendo di sfruttare al meglio le disponibilità idriche e nutrizionali.

Dekalb ha investito in questa direzione e ha messo a punto la Acceleron® seed applied solutions, atta a proteggere il mais migliorandone l'impianto, il vigore e l'uniformità, riducendo i rischi e ottimizzando le prestazioni.

La chiave di volta per migliorare le interazioni fra apparato radicale e micorrize è B-360, il quale contiene un lipochitoligosaccaride che è direttamente coinvolto nell'associazione simbiotica tra le radici della pianta e i funghi micorrizici.

B-360 viene aggiunto durante la fase di concia della semente e agisce attraverso due modalità. In primis invia un segnale alla pianta che favorisce l'ingresso dei funghi nelle cellule radicali. In secondo luogo stimola la germinazione delle spore dei funghi micorrizici, producendo le ife. Queste, grazie al minor diametro della loro sezione rispetto alle radice, sono in grado di esplorare il suolo anche nella sua microporosità, estraendo anche ciò che le radici non sono in grado di raggiungere.

Il risultato è che la porzione di suolo sfruttabile dalle radici può salire fino a sette volte rispetto alla condizione in cui le micorrize sono assenti. Il tutto, a favore della vigoria delle piante fin dalle prime fasi di sviluppo, permettendo di ottenere rese maggiori e più sane.

Fonte: Dekalb

Tag: micorrize concia

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.329 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner