Calcio e magnesio: due cationi fondamentali

Fruit Plus Ca-Mg di Agridast previene e corregge le carenze di calcio e magnesio in colture di elevato valore, come orticole, frutticole, ornamentali e la vite

Info aziende
fragole-fragola-primo-piano-by-beerfan-fotolia-750.jpeg

Fruit Plus Ca-Mg di Agridast previene le carenze da calcio e magnesio
Fonte foto: © beerfan - Fotolia

Molte sono le colture che possono patire di gravi carenze di calcio e/o di magnesio, tanto da compromettere pesantemente la produzione finale, sia in termini quantitativi, sia qualitativi. Fra queste spiccano orticole come pomodoro, carciofo, melone, fragola e insalate, ma non vanno dimenticate vite, floricole, agrumi e pesco.

Per prevenire o curare le fisiopatie dovute alle carenze di tali preziosi elementi può essere impiegato Fruit Plus Ca-Mg di Agridast, un concime organo-minerale azotato fluido in sospensione contenente ossidi di calcio e di magnesio solubili in acqua in ragione rispettivamente del 10 e del 5%. Ad essi il fertilizzante di Agridast affianca anche azoto, contenuto in forma nitrica per il 9% e organica per l'1%.

Trattasi tecnicamente di un proteinato, ideale per applicazioni fogliari. Fruit Plus Ca-Mg è quindi indicato per scongiurare fisiopatie come marciume apicale del pomodoro, capolino atrofico del carciofo, disseccamento dei margini fogliari delle lattughe, disseccamento del rachide nella vite.

Per le sue caratteristiche tecniche, prodotto si colloca preferenzialmente nelle fasi finali del ciclo colturale per incrementare la consistenza e la conservabilità dei frutti in fase di immagazzinamento e trasporto. Nel corso della stagione può però trovare impiego.

Su pomodoro va impiegato a 200-250 ml/hl dall’allegagione in poi ogni dieci giorni. Su carciofo la dose è di 250-300 ml/hl e si applica a cadenza settimanale. Per il melone la dose è di 300 ml/hl da posizionarsi per tre trattamenti successivi da frutto formato in poi. Su fragola sono indicati 2-3 interventi ogni 10-15 giorni alla dose di 250 ml/hl, mentre su insalate la dose di 200 ml/hl va posizionata con 2-3 applicazioni dopo la crisi da trapianto.

In post-allegagione vanno invece posizionati su agrumi 2-3 interventi a 300 ml/hl, distanziati fra loro ogni 10-15 giorni. Stessa dose su vite, pesco e nettarine. Su queste colture sono idonei tra trattamenti ogni 7-10 giorni. Infine le floricole, con 100-150 ml/hl da applicarsi due volte dalla formazione dei boccioli ogni 10-20 giorni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.220 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner