Rhizovit N-Process, la soluzione ideale per la concimazione di copertura del riso

Con la tecnologia MeTA di Timac Agro Italia si massimizzano l'efficacia della nutrizione azotata e la resa delle produzioni del risicoltore

Info aziende
rhizovit-fonte-timac-agro-italia.jpg

Timac Agro Italia, per affrontare le prossime fasi fenologiche, propone l'utilizzo dei prodotti della gamma Rhizovit N-Process

Per il risicoltore luglio è il mese delle concimazioni di copertura.
Anche quest'anno è arrivato il momento di valutare l'intervento nutrizionale, nonostante una primavera dal clima sfavorevole che ha ritardato le semine e il processo di accrescimento del riso.

I prossimi apporti di copertura dovranno, quindi, avere come obiettivo la stabilizzazione e il mantenimento dell'equilibrio nutrizionale interno al sistema colturale in modo da:
  • rispondere alle esigenze della coltura, nel corso dei processi di crescita e produzione, per migliorarne le caratteristiche quali-quantitative del raccolto e garantire al prodotto finale una buona struttura e un'adeguata composizione, requisiti necessari per avere una collocazione ottimale sul mercato;
  • mantenere il terreno in stato di salute e di elevata fertilità;
  • ridurre le perdite per migliorare l'efficienza d'uso dei fertilizzanti, eliminando gli sprechi e riducendo l'inquinamento a vantaggio della sostenibilità e del bilancio aziendale.

Timac Agro Italia, da sempre impegnata nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative e all'avanguardia, per ovviare alle diverse problematiche riscontrate in campo e affrontare le prossime fasi fenologiche, propone l'utilizzo dei prodotti della gamma Rhizovit N-Process.

La corretta applicazione di queste soluzioni permette la valorizzazione delle unità fertilizzanti durante le fasi di copertura. Tutto ciò avviene grazie alla tecnologia Roullier MeTA, una membrana calcio-magnesica che favorisce il rilascio graduale degli elementi nutritivi in risaia consentendo, così, il completo assorbimento con il conseguente abbattimento delle perdite.
La particolare tecnologia di rilasciopermette alla pianta di poter sviluppare i culmi primari e secondari in maniera uniforme e omogenea, riducendo drasticamente le problematiche qualitative che condizionano negativamente la resa (vedi la grana verde).

Le conseguenze dirette di questa strategia sono:
  • maggiore uniformità di fioritura e maturazione;
  • massima efficienza dell'azoto anche sulle varietà più sensibili;
  • raggiungimento dell'equilibrio vegeto-produttivo, ideale per permettere alla coltura di esprimere il meglio in risultati quali-quantitativi.

La gamma dei prodotti Rhizovit N-Process rappresenta, in definitiva, la migliore soluzione per il risicoltore che vuole massimizzare l'efficacia della nutrizione azotata e di conseguenza la resa delle sue produzioni.