Soluzioni pungenti

Acet Bio di Chemia è il corroborante naturale a base di aceto di vino impiegabile per acidificare le miscele fitosanitarie o fertilizzanti in presenza di acqua a reazione alcalina

Info aziende
chemia-acet-bo.png

Acet Bio di Chemia

Un prodotto per molteplici usi, l'aceto. Con il suo pH pari a 2 è infatti impiegabile, per esempio, come acidificatore naturale in presenza di acque a reazione alcalina. Anche in aziende a conduzione biologica. In tal senso Chemia commercializza Acet Bio, distribuito sotto il marchio Nutriland.

Acet Bio è classificato come "corroborante" ed è ottenuto grazie all'azione di batteri del genere Acetobacter che, in presenza di aria, ossidano l'etanolo contenuto nel vino trasformandolo in acido acetico.

Grazie all'elevata percentuale di acido acetico, ottenuto unicamente dalla fermentazione, il prodotto è quindi un eccellente acidificante naturale e si utilizza per abbassare il pH dell'acqua quando si eseguono trattamenti con prodotti biologici e non. Alcuni prodotti, sia fitofarmaci sia fertilizzanti, infatti, perdono o diminuiscono la loro efficacia a pH neutro o alcalino.

Commercializzato in flaconi da 1 litro e taniche da 5 litri, Acet Bio si usa, al bisogno, per acidificare la soluzione da irrorare su tutte le colture alla dose di 1-1,5 kg/hl a seconda delle necessità.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.669 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner