Olivo: come ridurre la cascola e aumentare la resa

Produzioni elevate ed eccellenti caratteristiche organolettiche. Questi gli obiettivi da coniugare per raggiungere buone redditività in olivicoltura. Ecco la soluzione Biolchim

Info aziende
protamin-cu-62-phylen-olivo-fonte-biolchim.png

Grazie all'impiego sinergico di queste due specialità nutrizionali Biolchim, gli agricoltori possono fornire il perfetto apporto energetico e nutrizionale all'oliveto

Olivo 2019: i punti critici

Carico elevato di mignole, disponibilità nutrizionale non adeguata, condizioni metereologiche avverse. Nelle ultime settimane è andato delineandosi questo scenario, che desta qualche preoccupazione. Con questi presupposti, infatti, la cascola di olive e il crollo delle caratteristiche organolettiche (nonché delle rese) sono pericoli consistenti.

Quando la carica di mignole è elevata, la crescita delle olive può non essere adeguatamente sostentata dal metabolismo della pianta, con riduzione della pezzatura finale, della qualità e del contenuto in olio. Se l'apporto nutrizionale, non è proporzionato al potenziale produttivo, le piante auto-regolano la produzione attraverso la cascola di post-allegagione, con gravi perdite alla raccolta. Tutto ciò può facilmente innescare fenomeni di alternanza.

Ci sono poi sbalzi termici e forti piogge ad aggravare la situazione. Da giorni infatti questo clima anomalo sta causando pesanti stress metabolici e indebolendo le piante: condizioni ideali per patologie quali il cicloconio (o occhio di pavone).


Raccolti abbondanti e rese al top: ecco come

Per ridurre la cascola dell'olivo e ottenere raccolti abbondanti e di qualità, è necessario sostenere il metabolismo della pianta nelle delicate fasi di allegagione ed accrescimento drupe, favorendo al contempo il superamento degli stress. Phylen e Protamin Cu 62 rappresentano la soluzione completa, rapida ed altamente efficace per raggiungere questi obiettivi.

Grazie all'impiego sinergico di queste due specialità nutrizionali Biolchim, gli agricoltori possono fornire il perfetto apporto energetico e nutrizionale all'oliveto, con i seguenti benefici:
  • contenimento della cascola;
  • incremento di calibro delle drupe;
  • aumento della qualità e della resa in olio;
  • riduzione del Rame apportato per ettaro.

Olivo


Nutrire e sostenere

Phylen sfrutta l'effetto sinergico di una triplice componente azotata (organica, ureica e da urea formaldeide) e della glicinbetaina (sostanza che ottimizza il metabolismo e lo riattiva in seguito a condizioni avverse), coniugando così attività nutrizionale e antistress.

Phylen migliora l'equilibrio tra attività vegetativa e riproduttiva, sostenendo l'allegagione e promuovendo l'incremento di calibro delle olive.
Apportando Zolfo e Magnesio, che arricchiscono il prodotto, Phylen migliora le caratteristiche organolettiche della produzione ed incrementa la resa in olio.
 
Olive


Fornire energia e irrobustire

Protamin Cu 62 è un biopromotore a base di Rame complessato con aminoacidi ottenuti da idrolisi enzimatica: un processo produttivo che ne preserva struttura e funzionalità. E' il perfetto integratore nutrizionale all'interno delle strategie di difesa dell'oliveto.

Gli aminoacidi e il Rame apportati con Protamin Cu 62 ottimizzano lo stato energetico e nutrizionale delle piante di olivo, sostenendo il metabolismo e rendendo i tessuti più robusti. La sua formulazione ad elevata efficienza consente di ridurre i quantitativi di Rame apportati per ettaro. 


Oliveto convenzionale: la soluzione

Phylen e Protamin Cu 62 si applicano su olivo per via fogliare, con le seguenti dosi e modalità.
Tabella Phylen e Protamin Cu 62


Oliveto biologico: la soluzione

Nelle aziende che lavorano secondo i protocolli di agricoltura biologica, è possibile intervenire con Bio Energy Veg e Protamin Cu 62: soluzioni ammesse in agricoltura biologica. Ecco come.

Tabella Bio Energy Veg e Protein Cu 62

Per ulteriori informazioni, contattare il servizio tecnico Biolchim.