Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Soluzioni innovative per un'agricoltura sostenibile

Durante l'incontro tecnico tenuto da L.E.A. è stato presentato Rasax, il concime Ce consentito anche in agricoltura biologica, con prove e rilievi su zucchino e pomodoro

Info aziende
incontro-tecnico-settembre-2018-fonte-lea.png

Sono stati condotti una serie di rilievi sulla presenza del nematode, sul danno arrecato alle radici, sulla vigoria dell'apparato radicale e della pianta

La società L.E.A. nella splendida cornice della campagna ragusana e licatese ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, tre eventi, il cui tema, di grande richiamo, si è focalizzato sulle tecniche di fertirrigazione sostenibile nella moderna orticoltura specializzata siciliana.
Nelle tre serate di fronte a una platea attenta di circa duecento persone tra distributori, tecnici e agricoltori, si sono alternati i relatori.
Michele Brardinelli, direttore commerciale di L.E.A., ha introdotto la serata presentando la società e focalizzando l'attenzione del pubblico su come questa investa tante risorse nella ricerca e sviluppo.

Quest'ultima si poggia su alcuni capisaldi quali: la ricerca e l'acquisto di materie prime di alta qualità all'interno di mercati sicuri e tracciabili come quelli comunitari. Il secondo aspetto importante, sottolineato dal direttore, è la partnership di L.E.A. con i maggiori Centri di saggio italiani ed europei per avere dati certi e scientifici per la divulgazione dei propri prodotti che in seguito, terzo pilastro, gli agronomi e tecnici della società proporranno all'azienda agricola.

Conclusa la relazione del direttore ha preso la parola Matteo Manzi, responsabile tecnico di L.E.A., che ha introdotto il piatto forte della serata, ovvero la presentazione di Rasax.
Rasax è un concime CE (Miscela di microelementi molibdeno (Mo), sodio e Zinco (Zn) EDTA ottenuta per miscelazione), caratterizzato da elementi ad alto potere stimolante sulla radicazione. L'intervento è proseguito, poi, con le informazioni sul miglior posizionamento in coltura e sui dosaggi degli interventi, ricordando infine che il prodotto è consentito anche in agricoltura biologica.

In linea con quella che è una delle mission di L.E.A. è stata data la parola a Rosario Zago di Sata che ha potuto illustrare la prova svolta su pomodoro a grappolo e zucchino, che aveva lo scopo di valutare Rasax come induttore delle difese naturali della pianta nei confronti dei nematodi galligeni storicamente presenti in questi areali della Sicilia.
 
Radici pomodoro trattate con Rasax
Piante di pomodoro

I protocolli, due campi a blocchi randomizzati per il pomodoro e uno per lo zucchino, continua Zago prevedevano l'utilizzo di Rasax da solo, agricoltura biologica, o integrato, vale a dire abbinato alle normali pratiche fitosanitarie comuni in Sicilia, più un testimone non trattato per ogni campo che forniva indicazioni sul naturale sviluppo del target.
 
Terreno prove con vetro in verticale
Nelle due foto: orizzonte dei primi 40cm di terreno ricavati inserendo una lastra di vetro posta in verticale sul terreno

Durante il ciclo delle prove sono stati condotti una serie di rilievi: sulla presenza del nematode, sul danno arrecato alle radici, sulla vigoria dell'apparato radicale e della pianta e per ultimo le rese delle varie tesi e totali.
 
Prove su zucchino
A sinistra zucchino non trattato, a destra trattato

A conclusione del suo intervento Zago ha rilevato che il testimone non trattato presenta una tendenza più alta di valori di incidenza e severità di galle sulle radici. In queste condizioni, Rasax da solo e/o in strategia integrata ha mostrato un controllo dei nematodi, con il vantaggio di avere effetti promotori lo sviluppo delle radici della pianta confermati dai dati relativi alle rese parcellari e alla produzione finale, inoltre non sono stati riscontrati sintomi di fitotossicità sulle parcelle trattate con Rasax alle dosi impiegate, quindi il prodotto è risultato selettivo sulla varietà di pomodoro Ventero F1 e sulla varietà di zucchino Renata F1.
 
Suberosi
Suberosi al momento dell'estirpo finale

Alla fine dell'intervento le domande di rito che hanno dato vita a una discussione che per diversi minuti ha animato tutte le persone intervenute nelle rispettive serate.
Per finire gli interventi coordinati dal responsabile tecnico Manzi insieme ai colleghi siciliani Salvatore Mormina, Andrea TidonaDomenico Lo Presti e Giovanni Caspanella hanno focalizzato l'attenzione sulla tecnica di fertirrigazione proposta da L.E.A., con alcuni dei suoi cavalli di razza: Inicium, Idrol-Veg, Evohl, Hortofix e Veg-Aid.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner