La fertirrigazione localizzata secondo Icl

L'azienda introduce in Italia questa tecnica che permette notevoli benefici per l'azienda agricola

Info aziende
irrigazione-fonte-icljpg.jpg

CL & la nutrizione liquida: trasformare un problema in opportunità

Israele, inizi anni '60. In una nazione dove disponibilità e qualità dell'acqua sono da sempre un problema, inventano l'irrigazione in manichetta. Aggiungervi soluzioni nutritive è stata una logica conseguenza: nasce la fertirrigazione localizzata con concimi liquidi.

Icl Italia introduce in Italia questa tecnica che permette notevoli benefici per l'azienda agricola:
Agronomici
  • soluzioni su misura (coltura) e personalizzabili (azienda);
  • consente una gestione flessibile delle colture;
  • evita rischi di errori nella preparazione della soluzione nutritiva.
Economici
  • risparmio di tempo e di lavoro;
  • convenienti rispetto alle soluzioni standard idrosolubili;
  • le unità fertilizzanti distribuite in formulazione liquida sono più efficienti e riducono gli sprechi.
Ambientali
  • tutti gli elementi forniti vengono assorbiti dalle piante;
  • perdite ridotte per dilavamento;
  • meno imballi da smaltire.
Organizzativi
  • semplifica il lavoro;
  • ottimizza l'investimento dell'impianto di irrigazione;
  • consulenza dedicata di un tecnico Icl.

E' una tecnica utile e semplice, perchè:
Utile
  • nel momento giusto ---> in base alla fase fenologica;
  • alla dose giusta regolabile ---> in base fabbisogno specifico della coltura;
  • con la giusta formula ---> con il rapporto NPK più adeguato alla coltura;
  • nel punto giusto ---> grazie alla precisione della localizzazione;
  • senza sprechi ---> è economicamente razionale.
Semplice
  • analisi di terreno, acqua e coltur;
  • programmazione titolo NPK adatto al singolo caso;
  • flusso produzione/consegna;
  • monitoraggio costante durante tutto il ciclo poduttivo (EC, pH, analisi fogliare);
  • l'assistenza è parte integrante del prodotto.
 
La scelta del giusto prodotto della gamma NutriLiquid deve tenere in considerazione la valutazione dei parametri agronomici e la conoscenza delle caratteristiche dei formulati.

Parametri agronomici presi in considerazione:
  • qualità dell'acqua;
  • sistema di irrigazione;
  • tipo di terreno;
  • coltura/coltivazione;
  • condizioni climatiche;
Caratteristiche dei formulati:
  • rapporto NPK;
  • valore EC;
  • temperatura di precipitazione;
  • pH;
  • tipo di chelazione dei microelementi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.193 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner