Concimazione in copertura dei cereali: meglio l'urea o il nitrato ammonico?

La concimazione con il nitrato ammonico di Borealis L.A.T è l'ideale per la resa e l'affidabilità di azione rispetto all'applicazione di urea nella maggior parte delle situazioni dei terreni italiani

Contenuto promosso da Borealis L.A.T
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

cereali-urea-nitrato-ammonico-fonte-borealis.jpg

Il nitrato ammonico ha le minori emissioni di ammoniaca e CO2 durante tutto il ciclo di vita

Questi due fertilizzanti azotati hanno caratteristiche molto diverse e danno diversi risultati nella concimazione di cui occorre tenere conto nell'applicazione:
  • La forma di azoto preferita dalle colture; meno perdite con l'azoto più efficiente; niente stretta
    le colture assorbono l'azoto dal terreno per oltre il 90% sotto forma di nitrato, l'urea non è utilizzabile dalle prima essere stata trasformata nel terreno in forme assimilabili: questo passaggio è relativamente lento e richiede, a seconda della temperatura del suolo, da 1 a 4 settimane. Se il terreno non ha una temperatura adeguata la reazione non procede e quindi è soggetta a perdite per dilavamento, volatilizzazione ecc.
    Diversi esperimenti condotti in Europa hanno dimostrato perdite di azoto per volatilizzazione dopo la concimazione con urea fino al 27% sui pascoli e oltre il 22% su terreni coltivati.
    La potenziale perdita è maggiore, in linea di principio, su terreni con valori di pH elevati (> 7) perché l'ammonio qui è più instabile e facilmente decompone in ammoniaca e idrogeno. L'urea, così come i concimi a lenta cessione, ha un effetto residuo sul rigoglio vegetativo che, in corrispondenza di elevate temperature primaverili, può indurre il fenomeno della stretta sul frumento.
  • Una migliore distribuzione grazie alla qualità dei granuli
    Il nitrato ammonico granulare Borealis ha caratteristiche diverse dai concimi prilled e dall'urea. Il nitrato ammonico granulare Nac di Borealis L.A.T (peso specifico circa 950 kg/mc) con grossi granuli uniformi può essere distribuito in maniera perfetta per una fascia fino a 48 m utilizzando i migliori spandiconcime.
  • Origine europea e minore impronta ambientale
    Il nitrato ammonico ha le minori emissioni di ammoniaca e CO2 durante tutto il ciclo di vita, dalla produzione all'impiego in campo, contribuendo a ridurre l'impronta ambientale delle nostre colture.
 
La concimazione con il Nac di Borealis L.A.T sui cereali è l'ideale per la resa e l'affidabilità di azione rispetto all'applicazione di urea nella maggior parte delle situazioni dei terreni italiani.

Scarica la brochure sui "Vantaggi dell'applicazione di Nitrato ammonico rispetto ad urea"

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.895 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner