Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Green Has per il post-raccolta

Tutti i benefici della concimazione post-raccolta per aumentare le riserve a disposizione delle colture

Info aziende
green-has-post-raccolta-2017.png

La linea Green Has per le fertilizzazioni di post-raccolta
Fonte foto: © Green Has

Con l’approssimarsi della stagione autunnale, le operazioni di raccolta della maggior parte delle colture frutticole, stanno volgendo al termine. È prassi comune, dopo tale operazione, considerare terminati i trattamenti nutrizionali. Tuttavia questa consuetudine agronomica è in contrasto con la fisiologia della pianta. Infatti dalla ripresa vegetativa fino alla fioritura, l’assorbimento degli elementi nutritivi, ed in particolare dell’azoto e del fosforo, sono molto modesti.

Limitare l’alternanza di produzione e prevenirne fenomeni di macro e micro carenze, sono obiettivi conseguibili anche attraverso concimazioni post-raccolta, in grado di assicurare le giuste quantità di sostanze di riserva disponibili alla ripresa vegetativa.

Green Has Italia propone, per la concimazione post raccolta, soluzioni tecniche mirate e di efficacia certa. 
 
Per un corretto agostamento del legno, per la differenziazione delle gemme e la loro protezione anche in caso di inverni con temperature molto rigide, è indicato Hascon M 10 AD alla dose di 400 g/hl in associazione a Oligogreen alla dose di 150 g/hl.
 
Particolarmente utile si rivela in post raccolta anche l’apporto di azoto, soprattutto in annate caratterizzate da elevate temperature estive e scarse precipitazioni.

Nutrolen (N totale 26%, N dell’urea formaldeide 18,5%, Boro 0.5 %, Zinco EDTA 0,05%), è il concime liquido a base di azoto a lenta cessione ideale per le applicazioni post-raccolta. Assorbito dalle foglie, l’azoto a lenta cessione viene successivamente trasferito negli organi di riserva e reso disponibile alla ripresa vegetativa in sincronia con l’aumento dell’attività metabolica della pianta. La presenza nel prodotto di boro e zinco favorisce inoltre un più rapido sviluppo iniziale dei germogli. Consigliato alla dose di 10 kg/ha, grazie alla conducibilità estremamente bassa, Nutrolen può essere applicato anche a dosi più elevate, senza provocare fenomeni di fitotossicità.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 15 febbraio a 136.315 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy