Elicitori alleati

Da Kalos, K&A Evidence. L'elicitore capace di stimolare difese naturali nelle piante contro l'oidio

Contenuto promosso da Kalos
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

kalos-elicitori-evidence.jpg

Gli elicitori secondo Kalos

K&A Evidence è il nuovo elicitore che K&A ha sviluppato per rafforzare le difese naturali delle piante nei confronti dell’oidio. Le applicazioni effettuate nei vigneti hanno rivelato che K&A Evidence funziona in maniera “evidente” soprattutto in condizioni di anticipo della malattia. L’esperienza di campo è stata determinante per apprezzare come il prodotto possa eradicare il micelio, sia negli stadi iniziali dello suo sviluppo, quando il sintomo non è facilmente visibile, sia in presenza di infezioni conclamate. K&A Evidence migliora inoltre la resistenza agli stress e ottimizza l'attività metabolica delle colture.

Gli elicitori attivati da K&A Evidence agiscono sulle difese naturali della pianta in due modi. In primis esercitano su di esse un'azione diretta, cioè inducono lo sviluppo di enzimi con proprietà anticrittogamiche naturali che agiscono contro il fungo rompendone il micelio. Inoltre, mostrano anche possedere un'azione indiretta, stimolando reazioni immunitarie locali e sistemiche (SAR) ad opera degli elicitori.
Grazie a ciò, attraverso la degradazione del micelio fungino, conseguente l'attivazione del sistema immunitario endogeno delle piante, K&A Evidence contrasta, per mezzo di meccanismi naturali, lo sviluppo dei funghi patogeni.

Di norma, sono necessari 1-2 trattamenti alla dose di 5 grammi per litro nelle fasi fenologiche di rottura gemme-grappoli visibili, rispettando un dosaggio minimo per ettaro pari a 2 kg. Oppure, da pre fioriutura a fioritura, alla medesima dose rispettando un intervallo fra i trattamenti di 7-10 giorni.

La prevenzione delle infezioni e dei focolai resta comunque alla base di un corretto posizionamento tecnico di K&A Evidence.

Fonte: K&A

Tag: fertilizzanti

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.837 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner