Grano, frutto di tecnologie e pratiche sostenibili

Edizione 2016 dei Campi vetrina cereali Progeo. Video-reportage: dai fertilizzanti alla consulenza agronomica, fino al prodotto finale

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

cereali-campi-vetrina-progeo-nutrizione-scam-by-agncs.jpg

Una delle varietà di frumento dei campi vetrina Progeo
Fonte foto: © Cristiano Spadoni - AgroNotizie

L'azienda agricola Verucchi Achille, ad Anzola dell’Emilia (Bo), ha ospitato l'evento "Campi vetrina cereali Progeo 2016".
I numeri dell'evento: diciassette varietà di grano tenero, otto varietà di grano duro, due varietà antiche, sei test di input concimazione e quattro test di timing applicativo fertilizzanti.
Non parcelle, ma ampie aree produttive per comprendere a pieno la valenza delle scelte agronomiche proposte dal gruppo Progeo per la valorizzazione di una coltura sempre più strategica quale il grano che "ha assunto un livello di raffinatezza tecnologica sconosciuta solo fino a qualche anno fa; le richieste del mercato spaziano dalle caratteristiche tecnologiche delle farine, alla salubrità, alla sostenibilità della coltura, al valore alimentare e sociale legato alla tradizione e al territorio" (tratto dalla presentazione dell'evento).

In occasione dell'evento, AgroNotizie ha incontrato i protagonisti della giornata: dal presidente del gruppo Progeo Marco Pirani ai responsabili tecnici delle varie strutture che afferiscono alla realtà emiliana. Di seguito, le video-interviste raccolte in campo.
 

Marco Pirani, presidente Progeo

"Progeo è una cooperativa di agricoltori. L'attività principale è legata alla trasformazione dei cereali. Abbiamo un impianto molitorio e tre mangimistici. Circa 245 milioni di Euro di fatturato, un risultato notevole che ci colloca fra le prime 4 aziende del comparto mangimistico con un focus importante nell'areale di produzione del Parmigiano Reggiano".
Progeo è impegnata nell'implementazione di contratti di filiera al fine di valorizzare le produzioni agricole e ottenere vantaggi competitivi basati sulla qualità, la sostenibilità e l'identificazione di settori di attività che contribuiscano alla differenziazione degli output, quali ad esempio la filiera avicola o la produzione di uova biologiche.
"Siamo convinti che se non riusciamo a diversificare la nostra produzione difficilmente siamo in grado di competere".
Progeo controlla diverse società. Fra queste la Scam, la cui produzione è caratterizzata "da una costante attenzione al rispetto dell'ambiente"; Intesia, la quale mette a disposizione alle aziende agricole tutti i prodotti necessari per la semina, la nutrizione, la difesa e la cura delle produzioni agricole; Agrites, società di agronomi specializzata nella consulenza alle imprese agricole, impegnata nell'elaborazione di disciplinari di produzione, raccolta contratti, scelte varietali.
 


 

Stefano Tagliavini, Scam

"In questi campi vetrina abbiamo messo a punto una valutazione di apporti azotati con diversi approcci per vedere come rispondevano le colture alle diverse situazioni. In primo luogo possiamo vedere una risposta diretta della pianta alla concimazione: è però importante il "come" vanno apportati i fertilizzanti, in un'ottica di agricoltura sostenibile. In questi campi dimostrativi, Scam ha apportato un organo-minerale granulare Azotop 30, che è dato da un'intimizzazione delle sostanze umificate con la parte minerale del concime. Ne risulta una concimazione sostenibile da un punto di vista agronomico e ambientale, senza perdite in atmosfera di CO2 (si veda la dichiarazione ambientale di prodotto EPD - dettagli su Scam.it, ndr), in linea con i disciplinari di produzione integrata".


 

 

Tiziano Serra, direttore Intesia

 

Marco Albertini, presidente Agrites


 

 

Loredano Poli, Progeo



Ad ospitare il campo vetrina, l'azienda Verucchi Achille snc che oltre all'impegno nella produzione cerealicola e di colture industriali, svolge attività contoterzi, investendo ogni anno in nuove attrezzature per la gestione delle produzioni vegetali anche a fini agroenergetici. Tutte le macchine dell'azienda sono dotate di guida satellitare e l'agricoltura di precisione è ormai nella norma dell'attività di Verucchi. Una stretta collaborazione con i fornitori (da John Deere a New Holland, da Kuhn a Mazzotti) è alla base dell'innovazione tecnologica che caratterizza il percorso evolutivo dell'azienda.
 


Alla giornata erano presenti inoltre i tanti concessionari del gruppo, la società sementiera Co.Na.Se e Bayer CropScience.
La notizia relativa alla giornata è disponibile anche sul sito Progeo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.900 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner