Dai vegetali per i vegetali

Aminoacidi e peptidi vegetali: il miglior modo di sostenere la ripresa vegetativa delle colture

Contenuto promosso da Italpollina
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

italpollina-lisiveg.jpg

I prodotti Italpollina a base di derivati vegetali

Chi ben comincia… è a metà dell’opera. Un proverbio che ben si addice a vigneti e frutteti, per i quali la ripresa vegetativa è una fase delicata, che influenza l’intera stagione.
Partenze stentate, germogliamento irregolare, gemme cieche, fioriture scarse, rappresentano problemi molto seri, resi sempre più frequenti e gravi da andamenti stagionali/climatici anomali (inverni troppo miti o siccitosi, ritorni di freddo…). Per questo diventa strategico aiutare la pianta in  questa fase fenologica. Italpollina propone da anni con successo l’impiego di formulati naturali (Trainer, Myr) a base di aminoacidi e peptidi 100% vegetali alla ripresa vegetativa.
Fornire alla pianta aminoacidi e peptidi vegetali in quantità e, soprattutto, nel corretto rapporto fra loro permette di costruire rapidamente proteine ed enzimi, massimizzando l'efficienza metabolica e di conseguenza lo sviluppo della pianta e la resistenza agli stress climatici.

Aminoacidi e peptidi: scegli quelli giusti
In natura esistono centinaia di aminoacidi, ma per le piante i più importanti sono solo una ventina. Un buon formulato per essere efficace deve quindi apportare soltanto quelli realmente utili e nelle corrette proporzioni. Per soddisfare questi requisiti, Italpollina impiega soltanto aminoacidi e peptidi 100% vegetali, ottenuti da materie prime selezionate e attraverso un innovativo ed unico sistema di produzione, denominato LISIVEG.

Perché usare aminoacidi e peptidi vegetali?
I prodotti Italpollina a base di aminoacidi e peptidi vegetali offrono importanti vantaggi agronomici e ambientali, sempre con la massima attenzione per il consumatore finale.
  • Stimolano la fotosintesi e lo sviluppo delle piante.
  • Aumentano la resistenza a condizioni climatiche avverse.
  • Ottimizzano e rendono più regolare il germogliamento.
  • Massimizzano l’allegagione.
  • Azione biostimolante.
  • Aumentano la tolleranza alla salinità
  • Favoriscono l’assimilazione di azoto e microelementi.
  • Migliorano la sintesi proteica.
  • Svolgono un’azione benefica sul metabolismo vegetale.

Inoltre se applicati anche durante la stagione:
  • Migliorano la maturazione e le qualità organolettiche dei frutti.
  • Ritardano i processi di senescenza.
  • Ottimizzano la lignificazione.
  • Aumentano le rese agricole.

Una scelta chiara e trasparente: origine vegetale garantita
Italpollina per i propri biostimolanti e fertilizzanti fogliari garantisce:
  • impiego di materie prime organiche esclusivamente vegetali;
  • assenza totale di proteine animali;
  • assenza di coformulanti di origine animale o di non meglio specificata origine (es. sintesi)
 
Un consiglio: diffidate dalle imitazioni e leggete sempre l’etichetta dei prodotti per capire se sono realmente di origine vegetale

Utilizzando esclusivamente materie prime di origine vegetale (non Ogm) si garantisce la massima sicurezza sanitaria e ambientale. Nessun rischio di contaminazioni da Bse, Salmonella, Escherichia coli e altri patogeni di origine animale.

Lo sapevate che…
Le proteine idrolizzate di origine animale sono proibite sulle parti commestibili delle colture in agricoltura biologica ai sensi del Regolamento (Ue) n. 354/2014 della Commissione dell'8 aprile 2014.

Un motivo in più per scegliere l’origine vegetale!

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 254.010 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner