Assofertilizzanti, al vertice Francesco Caterini

Il nuovo presidente succede a Bartolomeo Pescio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Francesco-Caterini.jpg

Il nuovo presidente di Assofertilizzanti, Francesco Caterini

Francesco Caterini, direttore commerciale Emme Region, Eastern mediterranea and midolle est, per Yara Italia, è stato nominato nuovo presidente di AssofertilizzantiAssociazione nazionale produttori di fertilizzanti che fa parte di Federchimica - succedendo a Bartolomeo Pescio, anche lui di Yara.

"E' un onore per me essere nominato presidente di Assofertilizzanti e desidero ringraziare in primo luogo tutti gli Associati per la fiducia accordatami" – dichiara Francesco Caterini"sono consapevole delle responsabilità che questo comporta ed è mio obiettivo lavorare con impegno per rappresentare e sviluppare al meglio il nostro settore". "Ritengo doveroso ringraziare il mio predecessore per il prezioso lavoro svolto, che costituirà un'ottima base di partenza per il futuro – continua Caterini - In particolare tengo a ricordare la recente sigla dell'accordo con Icqrf, Mipaaf, una collaborazione strategica per contrastare le frodi nel settore dei fertilizzanti".

Francesco Caterini nasce a Taranto nel 1959, è sposato e padre di una figlia. Dopo la laurea in Scienze forestali ottenuta con i massimi voti alla Facoltà di Agraria dell'Università di Firenze, inizia la sua carriera nel 1986 in EniChem Agricoltura. Nell'azienda vi rimarrà con incarichi di crescente responsabilità fino al 1996, anno in cui entra in Yara Italia come capo area vendite Nord-Ovest. Nel 1998 diventa responsabile vendite Centro-Nord Italia mentre nel 2005 è promosso responsabile vendite Centro-Nord Italia e Slovenia. Nel 2007 è direttore commerciale Italia e Slovenia per poi diventare direttore commerciale Emme Region nel 2011.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.745 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner