I consigli Tradecorp per la barbabietola da zucchero

L'impiego di Folur e Tradebor si rivela fondamentale per ottenere produzioni elevate e di qualità

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

tradebor-folur-tradecorp-bietola.jpg

Tradecorp per la barbabietola da zucchero

L'andamento molto umido e con temperature medio basse successivo alla semina delle bietole ha favorito un ottimale sviluppo iniziale della coltura con un investimento di piantine per metro quadrato ideale.
Le continue piogge hanno però determinato perdite delle quote di azoto distribuite nelle fasi iniziale e molto frequentemente, oggi, si possono vedere campi nei quali il drenaggio non è stato ottimale in cui la coltura denota segnali di crescita stentata se non proprio di sofferenza. È evidente la fame di azoto, elemento di cui la barbabietola da zucchero in questa fase di sviluppo ha ancora grande necessità per la costruzione di un apparato fogliare efficiente ai fini della massimizzazione della produzione.

In questa fase Tradecorp consiglia l'impiego di Folur alla dose di 20 litri per ettaro.
Folur è una soluzione liquida di urea contenete 220 grammi/litro di urea purificata esente da Biureto (contenuto massimo < al 0,05%), perfettamente selettivo per le colture e miscibile con tutti i fungicidi e insetticidi nei trattamenti fogliari. Il prodotto è rapidamente assorbito dalle foglie e nel giro di 24-36 ore viene utilizzato all'interno delle foglie, in quanto si inserisce nella parte finale del ciclo dell'azoto producendo immediatamente amminoacidi e poi proteine. Queste peculiari caratteristiche tecniche permettono di razionalizzare al meglio gli apporti di azoto alla coltura, anche alla luce delle recenti limitazioni imposte dalla Direttiva nitrati (91/676/CEE).

Sulle colture di barbabietola l'applicazione di Folur nella fase di pre-chiusura delle file dà una sferzata alle piante che riprendono colore, accelerano lo sviluppo fogliare e chiudono le file con un anticipo di 8-15 giorni.
Le numerose esperienze sperimentali, avvallate da moltissime applicazioni aziendali portate avanti da Tradecorp sin dall'anno 2003, confermano che a questi aspetti esteriori corrispondono grossi incrementi di produzione, derivanti soprattutto da un incremento del peso radici (fino a +13,9%) a cui si accompagna anche un leggero aumento del titolo zuccherino per una produzione di saccarosio per ettaro maggiore fino al 16,3%.

La barbabietola è inoltre molto esigente di boro, la cui carenza è frequente sulle barbabietole da zucchero e determina gravi scompensi tali da essere causa del famoso cuore nero che spesso porta a morte le piante.
Tradebor, formulato Tradecorp a base di boro da etanolammina contenente il 15% di boro, è perfettamente miscibile con Folur, al quale può essere utilmente miscelato per colture sane e con grosso potenziale produttivo.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.850 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner