NUTRIZIONE SISTEMICA CON MAGNIFOS K

Sariaf propone un concime composto fluido a base di fosfito di potassio e magnesio

Il prodotto può essere utilizzato anche in fertirrigazione. In questo caso si consiglia di effettuare per via radicale almeno 2-3 applicazioni a dosi di 5-10kg/ha

Questo articolo è stato pubblicato oltre 18 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Gowan Italia.

magnifospic.jpg

I numerosi vantaggi che si ottengono con l’impiego di Magnifos K sono garantiti dalle caratteristiche che contraddistinguono il prodotto. Vediamole nel dettaglio.

Il prodotto è selettivo per tutte le colture di maggiore diffusione ed è particolarmente indicato su arboree ed arbustive.
Elevato è il grado di assorbimento e di assimilabilità e, oltre che per via fogliare, è indicato in fertirrigazione e per colture idroponiche.
A questo va aggiunto il potere sistemico ascendente e discendente e la capacità di traslocazione sulla pianta in funzione del proprio sviluppo, in particolare negli apici vegetativi fogliari e radicali. Magnifos K agisce attraverso la stimolazione  e produzione di “fitoalesine”, sostanze naturali di autodifesa, peraltro già presenti naturalmente nella pianta, alla quale conferisce un maggior vigore. Inoltre il prodotto stimola il metabolismo cellulare, sviluppa l’apparato radicale, migliora la lignificazione, facilita la formazione di fiori e semi e garantisce un apporto diretto di due fondamentali elementi nutritivi.
Tutto questo porta a una serie di vantaggi quali il ridotto rischio di dilavamento e la facilità di impiego per applicazioni fogliari.
Non solo.

L’impiego del concime esalta l’assorbimento dei prodotti presenti o in miscela stimolando l’apparato radicale e fogliare.
L’assorbimento dei sali nutritivi presenti nel terreno è facilitato e la resistenza a numerose fisiopatie dovuta a carenze o squilibri aumenta.
Inoltre Magnifos K induce la pianta a produrre naturale “resistenza” nei confronti di alterazione, migliora la predisposizione alla fruttificazione, la pezzatura, l’omogeneità, il colore, le qualità organolettiche e la conservabilità dei prodotti a frutto e a foglia.
Infine anticipa ed uniforma la maturazione, favorisce la “serbevolezza” dei frutti e il tenore zuccherino.

Il prodotto è miscibile con i normali fitofarmaci ad esclusione di oli, prodotti alcalini, ormoni di sintesi; è particolarmente indicato su lattughe, insalate, in viticoltura, mentre in serra, su colture orticole, floricole e ornamentali, è consigliabile effettuare dei saggi preliminari.

 

Per informazioni: Sariaf spa – Faenza (RA) – Tel. 0546/629911 – fax 0546/623943 – www.sariaf.it e-mail: sariaf@sariaf.it

Fonte: Agronotizie