KERAMIN P, BIOATTIVATORE DELLA CRESCITA A BASE DI AMMINOACIDI

Agritech Company di Guaber propone un concime organico naturale autorizzato anche in agricoltura biologica

Grazie alle sue molteplici caratteristiche, il prodotto può essere utilizzato su tutti i tipi di coltura e va impiegato nella fase di ripresa vegetativa delle piante

Questo articolo è stato pubblicato oltre 16 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

aGRITECHpic.jpg

Un fertilizzante organico totalmente naturale, costituito esclusivamente da amminoacidi liberi direttamente assorbibili dalle piante. Questo è Keramin P, il nuovo prodotto realizzato e distribuito da Agritech Company di Guaber.
Gli amminoacidi che lo compongono, prontamente assimilabili per via fogliare, permettono alle colture di risparmiare energia e di avviare processi biosintetici in tempi particolarmente rapidi.

Il prodotto svolge un ruolo importante nel superamento di eventuali arresti di crescita vegetativa o di produzione causati da fenomeni di stress come siccità, gelo, asfissia radicale, trapianto. Keramin P può essere utilizzato in miscela con i concimi e i fitofarmaci di pre e post-emergenza perché agisce da veicolante, esaltando l’azione e la traslocazione di entrambi.
Il suo impiego è autorizzato anche in agricoltura biologica ai sensi della circolare Mipaf n. 8 del 13 settembre 1999.

Keramin P va usato nella fase di ripresa vegetativa delle piante per accelerarne i processi e in quella di ingrossamento perché esplica una funzione di moltiplicatore cellulare favorendo l’aumento della pezzatura e in tutti i casi di stress.

In miscela con elementi fertilizzanti  per esaltarne l’azione, grazie alle sue molteplici caratteristiche, Keramin P può essere utilizzato su tutti i tipi di coltura: frutticole, orticole, viticole, floricole, colture industriali.

 

Per informazioni: Guaber – Funo (BO) – tel. 051/6649111 – fax 051/6649241- www.guaber.it - e-mail: info@guaber.it

Fonte: Agronotizie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.934 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner