UN TRATTAMENTO ADEGUATO PER IL CARCIOFO

Lo consiglia l’azienda faentina Agribio, impegnata a offrire una gamma completa di prodotti dedicati alla nutrizione e difesa delle colture

Impegno per ottimizzare gli interventi e rispettare l’ambiente. Sono questi i cardini della politica di Agribio, che spesso si traducono in risultati al di sopra delle aspettative

Questo articolo è stato pubblicato oltre 16 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

logo agribiopic.jpg

Con Supreme e Nutrifoglie 20.20.20+micro Agribio, azienda di Faenza impegnata sul mercato italiano ad offrire una linea completa di prodotti per la fertilizzazione e la difesa delle colture, propone una valida soluzione per ottimizzare la produzione di capolini attraverso uno sviluppo equilibrato della coltura.
Entro la seconda decade di dicembre e in presenza di una media termica non inferiore ai 12-15°C si consiglia di trattare il carciofeto con 2kg/ha di Supreme+2kg/ha di Nutrifoglie 20.20.20+micro. L’intervento deve essere ripetuto dopo trenta giorni a cui, dopo lo stesso periodo, deve seguire un terzo trattamento.

L’azienda faentina mette a disposizione degli operatori professionali una gamma di formulati che consentono di realizzare diete nutrizionali ottimizzate capaci di rispondere correttamente alle esigenze delle colture nelle diverse fasi vegetative salvaguardando l’ecosistema.

I risultati non si fanno attendere e spesso vanno al di là delle migliori aspettative. Agribio ha ottenuto infatti importanti risultati su olivo, uva da tavola, kiwi, fragola, carciofo e patata.

 

Per informazioni: Agribio – Faenza (RA) – tel. 0546/668404 –  fax 0546/686903 e-mail: info@agribiosrl.it; Area Tecnica "Fertilizzanti": fertilizzanti@agribiosrl.it

Area tecnica "Difesa delle Colture": fitofarmaci@agribiosrl.it

Per il biologico: biologico@agribiosrl.it

Fonte: Agronotizie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.191 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner