Proteggere la rizosfera con microrganismi ed estratti vegetali

Gli agrofarmaci e i biostimolanti di Xeda Italia per proteggere la pianta dalle malattie fungine del terreno, dai marciumi radicali, dalle fusariosi e dai nematodi

Contenuto promosso da Xeda Italia
suolo-terra-terreno-by-lpictures-fotolia-750.jpeg

I microrganismi sono un'importantissima arma green per salvaguardare la salute del terreno (Foto di archivio)
Fonte foto: © lpictures - Fotolia

L'attuale crisi ambientale costringe l'intero sistema produttivo a cercare soluzioni sostenibili; da ciò non è esente il settore agricolo, il cui compito principale è soddisfare il bisogno di generi alimentari salvaguardando le risorse produttive fondamentali, come terreno ed acqua. L'importanza del perseguimento di tali obiettivi ha influenzato gli studi degli ultimi decenni, portando ad una rivoluzione concettuale nella gestione delle coltivazioni: l'attenzione si è spostata dalla pianta, bersaglio principale delle misure di nutrizione e difesa, al terreno.

Xeda Italia produce direttamente agrofarmaci e biostimolanti a base di microrganismi ed estratti vegetali con la mission di preservare la rizosfera attraverso innovative strategie di difesa mirate a prevenire le problematiche , salvaguardando la salute della pianta e del suo apparato radicale. I microrganismi sono un'importantissima arma "green" per il futuro dell'agricoltura.

Xeda Italia grazie a un elevato know how produttivo e di formulazione è in grado di rispondere ad ogni specifica esigenza della pianta e del suolo; è infatti di tendenza pensare che consorzi di funghi micorrizici contenenti di tutto e di più siano sinonimo di qualità ed efficienza, è proprio il contrario, con i microrganismi non si può pensare a prodotti generici, universali per tutte le problematiche.

Processo di produzione standardizzato di Xeda

In Xeda Italia ogni prodotto viene progettato studiando l'interazione e la compatibilità tra ogni singolo microrganismo, sia a livello di stabilità del formulato che di giusta interazione una volta nel terreno. Ogni prodotto ha una specifica azione e tramite protocolli di intervento fatti su misura l'agricoltore sa come, cosa e quando applicare.

La gamma delle soluzioni proposte è molto vasta permettendo di biostimolare e proteggere la pianta dalle malattie fungine del terreno, marciumi radicali, fusariosi e nematodi.

Tra gli agrofarmaci di punta troviamo Xedavir biofungicida per i marciumi radicali a base di Trichoderma asperellum TV1 ed Eugenio innovativo nematocida naturale a base di olio di chiodi di garofano (in corso di registrazione definitiva).

La peculiarità di Eugenio è nel suo meccanismo d’azione, infatti è in grado di alterare la normale embriogenesi delle uova dei nematodi, abbassando la percentuale di schiusura delle uova ed agendo direttamente sugli stadi intermedi e sugli adulti con effetto nematocida, differenziandosi dagli altri prodotti naturali presenti sul mercato tendenzialmente nematostatici/repellenti.

Difesa nematodi e marciumi radicali, Xeda

Tra gli altri prodotti specifici particolarmente apprezzati sul mercato troviamo IF23, concime a base di biomassa di miceli di Fusarium ipovirulento 23, ceppo appartenente a Xeda International. IF23 applicato al terreno permette un apporto bilanciato di azoto e fosforo e allo stesso tempo di rendere il suolo soppressivo nei confronti di Fusarium ipovirulento e quindi di prevenire la pericolosa problematica temuta soprattutto sulle solanacee e cucurbitacee.

Fusarium ipovirulento IF23, Xeda

La strategia di Xeda Italia prevede l'applicazione dei prodotti soprattutto nelle fasi iniziali del ciclo produttivo. Partendo bene nelle fasi critiche del trapianto e post-trapianto la coltura trattata crescerà sana e resistente agli stress potendo raggiungere eccellenti standard qualitativi; a questo proposito Xedagreen è la soluzione proposta. Infatti il bioattivato contiene ben sette specie diverse di micorrize del genere Glomus, ognuna con una determinata azione in grado di rendere il prodotto versatile ed attivo nello sviluppare nella pianta un apparato radicale forte, resistente agli stress ambientali e più efficiente nell'assimilazione e assorbimento dei nutrienti.

Xedagreen, Xeda

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.772 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner