Cereali e diserbi di post emergenza: le proposte di Corteva Agriscience

Floramixè la base di partenza per comporre idonee soluzioni tecniche in miscela, a garanzia di un controllo ad ampio spettro di graminacee e dicotiledoni, anche se resistenti come per esempio papavero o senape

Contenuto promosso da Corteva Agriscience Italia
diserbo-floramix-erbicida-marzo-2021-fonte-corteva.png

Corteva Agriscience e le soluzioni per i diserbi dei cereali a paglia

La stagione sta volgendo a temperature favorevoli alla germinazione e alla ripartenza delle malerbe che infestano i cereali autunno vernini. Necessario quindi attrezzarsi per affrontare al meglio le infestanti grazie a diserbi di post emergenza efficaci e risolutivi, anche in caso siano presenti popolazioni divenute nel tempo resistenti a diverse sostanze attive, come per esempio il papavero.

In tal senso, Corteva AgriScience propone Floramix, erbicida dotato di elevata efficacia e di un ampio spettro d'azione. Pratico nell'uso, l'erbicida è un riferimento tecnico nei diserbi di post emergenza a protezione di frumento tenero e duro, triticale e segale, fornendolivelli ottimali di controllo sulle principali infestanti dei cereali, sia degli areali del Nord Italia, sia degli areali del centro-sud, comprese avena, loietto, papavero, viola e veronica.

L'azione di Floramix si espleta sfruttando le caratteristiche delle due sostanze attive che lo compongono, ovvero florasulam (1,42%) e pyroxsulam (7,08%), cui è aggiunto l'antidoto agronomico cloquintocet mexyl (7,08%) per un'ottimale selettività nei confronti delle colture.

Il prodotto si utilizza a fine inverno o inizio primavera, quando la coltura si presenti fra le fasi di inizio accestimento e secondo nodo. La dose di impiego è pari a 265 g/ha, aggiungendo un bagnante al fine dimassimizzarne l'efficacia. Data però l'estrema complessità malerbologica dei cereali italiani, a Floramix™ è necessario miscelare altre soluzioni tecniche, come Zypar, oppure Zenith , entrambi alla dose di 0,75 L/ha, oppure ancora Columbus alla dose di 1 L/ha. In caso poi di specifiche infestazioni di senape resistente e perennanti sviluppate, è bene invece abbinare Ariane II alla dose di 3,5 L/ha.

Tali miscele si dimostramo capaci di controllare efficacemente infestazioni miste di graminacee e foglie larghe, anche nelle situazioni più difficili, compresa la presenza di alcuni biotipi resistenti.

Scarica la brochure di Floramix



Guarda il video sulla linea diserbi di post emergenza di Corteva Agriscience

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 262.729 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner