Linea Orondis®: efficacia e flessibilità contro le peronospore

Da Syngenta, Orondis® Ultra Veg Pack e Orondis® Evo Pack: due combi-pack risolutivi basati su prodotti a elevata complementarietà di azione su pomodoro, melanzana e lattughe

Contenuto promosso da Syngenta Italia
syngenta-orondis-2-2020.png

La Linea Orondis® di Syngenta per le colture orticole

Una gamma di soluzioni, quella di Syngenta, che per quanto ampia già fosse non si è fermata ai prodotti affermati da tempo sul mercato. A conferma, il recente rafforzamento delle linee antiperonosporiche delle colture orticole, le quali necessitano sempre più di programmi di difesa ben strutturati e razionali, basati sull’alternanza di prodotti a differente modo d’azione e comportamento nelle piante. Tre sono infatti i principali target da controllare fra gli Oomiceti, ovvero Phytophtora infestans, Peronospora cubensis e Bremia lactucae, patogeni che richiedono approcci specifici e a prova di errore.

Le novità assolute per il 2020 portano in tal senso il nome di Orondis® Ultra Veg Pack e Orondis® Evo Pack, due combi-pack specificatamente sviluppati per esaltare le sinergie di azione di formulati fra loro altamente complementari. Il primo combi-pack è composto infatti da una confezione da 0,2 litri di Orondis® Veg e da una confezione da un litro di Pergado® SC. Il secondo prevede invece l’abbinamento di Orondis® Veg con Ortiva®, presenti in ragione di un flacone da 0,25 litri del primo e di due flaconi da litro del secondo.

Orondis® Ultra Veg Pack: combi-pack contenente una confezione di Orondis® Veg e una di Pergado® SC
Orondis® Ultra Veg Pack: combi-pack contenente una confezione di Orondis® Veg e una di Pergado® SC

Orondis® Evo Pack: combi-pack contenente una confezione di Orondis® Veg e due di Ortiva®
Orondis® Evo Pack: combi-pack contenente una confezione di Orondis® Veg e due di Ortiva®

Tre quindi le sostanze attive che si accompagnano e si alternano nel corso della stagione, a tutto beneficio non solo dell’efficacia, bensì anche delle più razionali strategie anti resistenza. Oxathiapiprolin è infatti il capostipite di una famiglia chimica completamente nuova, ovvero le piperidynil thiazole isoxazoline. La molecola è stata classificata dal Frac nel gruppo 49 - F9 in quanto interferisce con l'omeostasi dei lipidi e sul loro trasferimento/stoccaggio. Mandipropamide, da parte sua, interferisce con la formazione della parete cellulare dei patogeni, collocandosi per tale ragione nel gruppo 40. Infine azoxystrobin è un inibitore dei processi respiratori mitocondriali e appartiene al gruppo Frac 11. Oltre alle peronosporacee mostra efficacia anche su altre patologie che affliggono le colture orticole, come per esempio alternaria e oidio.

Scarica la brochure della linea Orondis®
 

Diverse soluzioni, medesima efficacia

Le prove sperimentali finora sviluppate in campo hanno dimostrato che la corretta esecuzione dei trattamenti in base alle indicazioni tecniche Syngenta ha fornito risultati superiori ai più diffusi standard di riferimento.

Orondis® Ultra Veg Pack offre infatti una protezione completa alla coltura, potendo contare sul comportamento translaminare e sistemico di oxathiapiprolin, unito alla doppia funzione “Lock+Flo” di Pergado SC. Tale funzione si esplica in due fasi successive: la prima prevede la tenace resistenza al dilavamento di mandipropamid che si lega saldamente alle cere delle superfici vegetali per poi diffondere progressivamente nel parenchima fogliare. Se quindi da un lato si assiste a una rapida penetrazione nella vegetazione di oxathiapiprolin, esplicata nel volgere di sole 1-2 ore, si può contare anche su un’ottimale persistenza d’azione sulle superfici fogliari di mandipropamid. La doppia azione dei due partner permette di inibire da subito la germinazione delle zoospore come pure la crescita del micelio e la sporulazione. Per tali ragioni è da prediligere l’approccio tecnico preventivo, sfruttando così al meglio la capacità del trattamento di seguire l’accrescimento fogliare.
 

Dosi e momenti di impiego

Orondis® Ultra Veg Pack è applicabile su pomodoro e melanzana, sia in serra, sia in campo, nonché su lattughe in pieno campo. Le dosi di impiego su solanacee sono di 0,12 e 0,6 litri per ettaro, rispettivamente per Orondis® Veg e Pergado® SC, potendo contare su un intervallo di sicurezza di soli tre giorni. Il momento ottimale delle applicazioni di Orondis® Ultra Veg è durante la fase di accrescimento della coltura, prima della fruttificazione. Su lattughe i dosaggi permangono i medesimi per Pergado® SC, salendo a 0,15 litri per Orondis® Veg, rispettando un intervallo di sicurezza di 7 giorni.

Orondis® Evo Pack trova invece collocazione su solanacee proprio durante la fase di accrescimento dei frutti, grazie all’ottima protezione fornita anche su altre patologie fungine che normalmente si sviluppano nelle fasi più avanzate della stagione, come la citata alternaria. I dosaggi di Orondis® Veg restano i medesimi, mentre Ortiva® va dosato a 0,7-0,8 litri per ettaro su pomodoro e melanzana, mentre su lattughe va somministrato a 0,8-1 litro ettaro. L’intervallo di sicurezza resta 3 giorni per pomodoro e melanzana e 7 giorni su lattughe.

Su pomodoro e melanzana possono essere effettuati fino a tre trattamenti complessivi per ciclo colturale, effettuando le applicazioni a 7-10 giorni di distanza fra loro in funzione delle specifiche condizioni di campo.

Guarda il filmato sulla Linea Orondis®