L'eccellenza fa tris nel frumento

Conclusa la terza edizione del progetto Percorsi di eccellenza di BASF, dedicato al frumento tenero e duro. Ottimi i livelli di resa e di protezione delle colture

Info aziende
basf-percorsi-eccellenza-2019.png

Conclusa la terza edizione dei Percorsi di Eccellenza di Basf, dedicati al frumento

Percorsi di eccellenza, il progetto di BASF incentrato sul frumento, tenero e duro, è giunto a conclusione della terza edizione.

Fra le novità che hanno caratterizzato l'edizione 2019, una piattaforma digitale e 14 nuove varietà di frumento, mentre per quanto riguarda la difesa fitosanitaria il protagonista è stato Priaxor®, il nuovo fungicida Basf a base di pyraclotrobin (F500®) e fluxapyroxad (Xemium®) che rappresenta il pilastro delle quattro strategie dedicate alle diverse destinazioni d'uso del grano soprattutto in funzione delle principali patologie fogliari. Osiris®, contenente metconazolo ed epossiconazolo, ha invece ridotto l'incidenza delle fusariosi della spiga, contribuendo al contenimento delle micotossine (deossinivalenolo, in acronimo DON).

Gli andamenti stagionali hanno a tratti inciso profondamente sulle rese, come per esempio gli abbassamenti di temperatura durante la fioritura del grano, con un conseguente abbassamento dei livelli di fertilità. Ciò non di meno, per il frumento duro sono stati ottenuti mediamente 64 q/ha, con livelli eccezionali di proteine, fino al 17,2%. Più alte le rese dei teneri di forza, con 74,2 q/ha medi, e dei panificabili, i quali hanno raggiunto gli 88,6 q/ha, seguiti da presso dai frumenti per uso biscottiero, con una media di 85,6 q/ha.

Tutte le varietà di frumento tenero sono al momento in corso di analisi merceologiche da parte del Molino Pivetti.

Scopri gli approfondimenti

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.506 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner