Kestrel: l'acetamiprid di nuova generazione

Il nuovo insetticida di Nufarm, durante il primo anno d'autorizzazione e d'impiego, ha confermato in campo quanto rilevato nelle attività sperimentali: ottimi livelli di efficacia e assenza di indesiderati effetti collaterali

Info aziende
enoturismo-vite-vigneto-uva-by-narin-sapaisarn-fotolia-750x500.jpeg

Autorizzato su vite, ciliegio, drupacee, pomacee, cavoli, broccoli, cavolfiori e colza
Fonte foto:   © Narin Sapaisarn - Fotolia

Con il nuovo insetticida Nufarm contenente acetamiprid ad elevata concentrazione (200 g/l), gli agricoltori possono disporre di una validissima soluzione.

Nel 2018, primo anno d'autorizzazione e d'impiego, Kestrel ha confermato in campo quanto rilevato nelle attività sperimentali: ottimi livelli di efficacia e assenza di indesiderati effetti collaterali.  

La ricerca si è focalizzata in particolare sullo studio di una formulazione contenente acetamiprid altamente performante in grado di ottimizzare le proprietà biologiche della molecola, nel massimo rispetto per l'ambiente e degli operatori.

Le recenti o imminenti limitazioni di alcuni insetticidi, ampiamente utilizzati, comportano una revisione importante delle strategie di difesa contro pericolosi fitofagi come i vettori di virosi e fitoplasmosi su vite (es. Scaphoideus titanus), lepidotteri carpofagi su fruttiferi (Cydia pomonella, Cydia molesta), Lobesia botrana su vite e orticole (es. Plutella xylostella).

Oltre ad essere efficace contro gli storici fitofagi associati al principio attivo (aleurodidi, afidi ecc.), il nuovo insetticida Nufarm risulta di particolare interesse per alcuni impieghi e colture che lo caratterizzano: 
  • vite, scafoideo e tignoletta in un sol colpo;
  • ciliegio, la lotta alla mosca, due interventi ammessi e carenza di soli 3 giorni;
  • pomacee e drupacee, possibilità d'integrazione nei piani di lotta contro i principali lepidotteri carpofagi: Carpocapsa, Anarsia lineatella e Cydia molesta;
  • autorizzazione su cavoli, broccoli, cavolfiori e colza.

Il differente sito d'azione di Kestrel, rispetto alle molecole più utilizzate nella lotta ai lepidotteri carpofagi dei fruttiferi, ne fa una validissima alternativa, come utilizzo contro specifiche generazioni degli stessi (es. seconda/terza), e concorre a ridurre il rischio di sviluppo di resistenze per altre molecole.

Per tutte queste caratteristiche Kestrel si candida ad essere l'acetamiprid di nuova generazione, perché assicura un ottimale assorbimento del principio attivo da parte dei vegetali che ne ampia lo spettro d'azione su molti fitofagi.
 
Logo di Kestrel
 
Kestrel è un prodotto Nufarm distribuito da Siapa e Sumitomo Chemical Italia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.609 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner