Rifit: ok anche nel 2019

Dal 25 marzo e per 120 giorni nelle risaie potrà essere utilizzato Rifit EC 500 di Syngenta, a base di pretilachlor. Ottima notizia per chi lotta anche contro le resistenze

Info aziende
riso-risaia-lomellina-by-davide-delfrate-cassolnovo-pavia.jpg

Pretilachlor a disposizione anche per il 2019
Fonte foto: Delfrate Paolo, Cassolnovo (Pv)

E anche il 2019 è al sicuro, almeno per le risaie. Analogamente agli anni passati, Rifit EC 500 di Syngenta ha ottenuto l'autorizzazione in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria per l'impiego su riso, ai sensi dell'art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009.

Emulsione concentrata, Rifit EC 500 contiene pretilachlor in ragione di 500 grammi per litro e a partire dalla data del Decreto, ovvero il 25 marzo 2019, il prodotto è stato autorizzato per un periodo di 120 giorni.

Scarica il decreto
 

Efficace e flessibile

Sono due i differenti timing di applicazione di Rifit EC 500.
Il primo di questi prevede l'applicazione per così dire "più classica", ovvero in pre-semina. In tal caso il prodotto va applicato in risaia sommersa circa un mese prima della semina, utilizzando 2-2,5 litri per ettaro mantenendo l'acqua ferma per i 4-6 giorni successivi. Il terreno va mantenuto sommerso fino alla semina. Dopo la germinazione del riso, quando la coltura abbia raggiunto un'altezza di 1-3 cm, fare un'asciutta togliendo l'acqua per 3-4 giorni, ristabilendone poi il livello.

Il secondo, la post-emergenza su risaia in asciutta, utilizzando 2 litri per ettaro su risaia asciutta con il riso tra la prima foglia vera e inizio accestimento. In tal caso, la pulizia generata dal prodotto viene assicurata fino a primavera inoltrata.