Cumeta Flow, la stabilità dell'efficacia antiperonosporica

La qualità formulativa, che deriva dall'esperienza Diachem nel campo dei prodotti flowable, conferisce al Solfato tribasico di rame un ottimo grado di copertura della vegetazione trattata

Info aziende
cumeta-flow-fungicida-fonte-chimiberg.png

L'etichetta autorizzata comprende tutte le principali colture colpite da peronosporacee

Cumeta Flow rappresenta da alcuni anni lo standard di riferimento tra le miscele antiperonosporiche che abbinano una sostanza attiva endoterapica (metalaxil-m*, caratterizzato da elevata sistemia) e rame da solfato tribasico (con efficace e persistente azione di copertura).


La composizione equilibrata

La composizione è opportunamente bilanciata tra i principi attivi (metalaxil-m* 24 g/l + rame metallo da Solfato Tribasico 200 g/l) e i co-formulanti che contribuiscono alla stabilità delle proprietà chimico fisiche del formulato esaltandone l'efficacia in campo.


Il partner affidabile

Il solfato tribasico di rame (Tbcs) rappresenta il migliore partner sul mercato per metalaxil-m*: l'adeguato apporto di rame metallo per ettaro (800 g alla dose di etichetta) si adatta perfettamente all'intervallo tra gli interventi consigliabili per il metalaxil-m*, opportunamente dosato.


La qualità del formulato

La qualità formulativa, che deriva dall'esperienza Diachem nel campo dei prodotti flowable (a base acqua), conferisce al Solfato tribasico di rame (Tbcs) ottimo grado di copertura della vegetazione trattata ed elevata resistenza al dilavamento. Ciò consente di raggiungere i più alti livelli d'efficacia, anche nel contenimento delle batteriosi e di favorire l'equilibrio tra prontezza e persistenza d'azione proprio del Tbcs, con l'adeguato rilascio nel tempo dello ione rameico e la migliore selettività sulla vegetazione trattata.
Caratteristiche chiave anche per la difesa delle colture orticole.


L'etichetta più ampia

L'etichetta autorizzata comprende tutte le principali colture colpite da peronosporacee: con le più recenti estensioni d'impiego l'etichetta ora include vite, pomodoro, patata, fragola, carciofo, cocomero, melone, cetriolo, lattughe e insalate. Per pomodoro, fragola, melone, cetriolo e lattughe e insalate l'impiego è consentito sia in pieno campo sia in serra.

L'autorizzazione si distingue per l'ampia flessibilità d'impiego: il numero di trattamenti varia da 2 a 4 in base alla coltura, con intervallo tra i trattamenti di 10-14 gg, avendo cura di cadenzare gli interventi in funzione della pressione della malattia.
Su vite l'impiego è possibile fin dalla pre-fioritura per il più flessibile inserimento nelle varie strategie di difesa di tutti i principali comprensori viticoli.

*sostanza attiva originale Syngenta


Le confezioni

Le taglie disponibili per l'impiego in agricoltura professionale sono il flacone da 1 lt e la tanica da 10 lt.

Chimiberg - marchio di Diachem S.p.A.
Agrofarmaci autorizzati dal Ministero della Salute. Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l'attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta.