Patogeni a secco

Grazie ad Armicarb 85 di Scam, a base di bicarbonato di potassio, le colture possono essere protette dalle patologie grazie a un meccanismo d'azione originale e differente

Contenuto promosso da Scam
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

scam-armicarb.png

Armicarb 85 di Scam, a bae di bicarbonato di potassio

Uno su tutti l'oidio, con tutto ciò che ne consegue per vite e colture orticole innanzitutto. Ma anche botrite su vite, ticchiolatura su melo o monilia nelle drupacee. Il bicarbonato di potassio agisce infatti su diversi funghi patogeni sfruttando la propria caratteristica principale: la disidratazione. Il tutto senza appesantire gli aspetti residuali dei raccolti.

In tal senso Scam propone Armicarb® 85, contenente bicarbonato di potassio in ragione dell'85%. Autorizzato su vite, pomacee, drupacee, fragola e su diverse colture orticole di pregio, conta su un'elevata purezza formulativa che massimizza l'uniformità di distribuzione sulla coltura al momento del trattamento, come pure ne amplifica l'adesività nei confronti dei tessuti vegetali. Tale aspetto migliora anche la persistenza d'azione del prodotto, grazie al fatto che i suoi cristalli possono asciugarsi e risospendersi più volte sulle superfici vegetali.

Armicarb® 85 conta ovviamente anche su un profilo tossicologico e ambientale favorevole, potendo essere utilizzato anche nei programmi di difesa biologica.

Su vite, pomacee, drupacee, rosa e piccoli frutti si utilizza a 5 Kg/ha, scendendo a 3 Kg/ha su fragola e colture orticole.
 

Punti di forza

  • efficace anche a basse temperature
  • azione per contatto
  • selettivo
  • funzionale ai programmi di difesa in chiave preventiva
  • nessun Lmr alla raccolta
  • non imbratta

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.970 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner