Quaderno di campagna, controlli e scadenze

Dosi massime per ettaro e per trattamento, intervalli fra un intervento ed il successivo, scadenze previste dal Pan

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

orticoltura-lattuga-in-campo-serra-coltura-protetta-byagncsweb.jpeg

Ortofrutta sicura: l'Italia è all'avanguardia in tema di sostenibilità e sicurezza alimentare. Lo segnalano i dati Efsa ed i report dei controlli avviati dal ministero della Salute

La sostenibilità è in primo piano. In tutte le sue "sfere": ambientale, sociale ed economica. Nel contesto agricolo è il Pan, piano d'azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, a sottolineare il ruolo attivo in questo ambito del produttore e con lui dei consulenti, dei contoterzisti e dei distributori che lo affiancano.

Le fondamenta risiedono nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea: "Un livello elevato di tutela dell'ambiente e il miglioramento della sua qualità devono essere integrati nelle politiche dell'Unione e garantiti conformemente al principio dello sviluppo sostenibile".

In questa direzione è stato emanato il decreto legislativo n. 150/2012 (Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi) che proprio all'articolo 6 prevede l'adozione del Pan ai fini della
a) protezione degli utilizzatori dei prodotti fitosanitari e della popolazione interessata;
b) tutela dei consumatori;
c) salvaguardia dell'ambiente acquatico e delle acque potabili;
d) conservazione della biodiversità e degli ecosistemi.

La stessa norma prevede, nell'articolo 16, comma 3, la tenuta del Registro dei trattamenti (già noto da tempo come "Quaderno di campagna"), con una novità rispetto alla precedente legislazione:

3. Gli acquirenti e gli utilizzatori di prodotti fitosanitari conservano presso l'azienda il registro dei trattamenti effettuati nel corso della stagione di coltivazione. Per registro dei trattamenti si intende un modulo aziendale che riporti cronologicamente l'elenco dei trattamenti eseguiti sulle diverse colture, oppure, in alternativa, una serie di moduli distinti, relativi ciascuno ad una singola coltura agraria. Sul registro devono essere annotati i trattamenti effettuati con tutti i prodotti fitosanitari utilizzati in azienda, classificati molto tossici, tossici, nocivi, irritanti o non classificati, entro il periodo della raccolta e comunque al più tardi entro trenta giorni dall'esecuzione del trattamento stesso.

Se nuova è la scadenza dei 30 giorni dal momento dell'intervento, rimangono invariate le prescrizioni previste dalle etichette degli agrofarmaci, che oggi il software QdC® - Quaderno di Campagna consente di controllare in maniera ancora più efficace e semplice.

Novità 1 - Controllo dell'intervallo fra i trattamenti con lo stesso prodotto

Quando viene registrato un nuovo trattamento fitosanitario, QdC® - Quaderno di Campagna segnala se è stato rispettato l'intervallo fra i trattamenti previsto da etichetta ministeriale (minimo, massimo, intervallo esatto, range temporale), verificandolo in automatico sulla base delle operazioni registrate in precedenza. 

Novità 2 e 3 - Controlli dei dosaggi massimi di impiego

Oltre al controllo di dose per ettolitro e per ettaro, oggi QdC® verifica il rispetto della dose massima per ettaro sia per singolo trattamento, sia con riferimento all'anno.

L'Europa è già all'avanguardia in tema di sicurezza alimentare e sostenibilità e oggi c'è uno strumento sempre più aggiornato e intuitivo per gestire pratiche sempre più complesse.
Guarda i video per saperne di più: www.quadernodicampagna.it/it/video-come-fare-testimonial-0316/


Approfondimenti legislativi:
DECRETO 22 gennaio 2014. Adozione del Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 recante: «Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi».
• Tutte le scadenze del PAN (la prossima è prevista per il 26 novembre 2016 ed è relativa al controllo funzionale della macchine irroratrici).

Vieni a trovarci in EIMA per saperne di più! -> Ecco qui dove trovarci

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.215 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner