Mancozeb contro septoria e ruggini del frumento

Da Upl Penncozeb® DG, ovvero l’efficacia che non conosce resistenze

Contenuto promosso da UPL Italia
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di UPL Italia.

upl-penncozeb.jpg

La proposta Upl contro le patologie del frumento

Penncozeb® DG è un fungicida a base di mancozeb in ragione del 75%. Grazie alla sua azione multisito, previene l’insorgere di fenomeni di resistenza ed è pertanto un cardine della difesa fungicida. Rappresenta inoltre un partner essenziale per miscele estemporanee con altri fungicidi sistemici e citotropici. La formulazione DG rende il prodotto di facile impiego e stabile in ogni condizione ambientale. Assenza di polveri, ottima dispersibilità e sospensibilità ne completano le caratteristiche.

Nel settore della difesa fitosanitaria del frumento, caratterizzato dall’insorgenza di evidenti cali di efficacia di alcuni dei prodotti impiegati, in particolare, per il controllo della septoria, il contributo di una sostanza attiva ad azione multisito come il mancozeb è oggi di fondamentale importanza al fine di coadiuvare e supportare le nuove molecole dotate di meccanismi molto più specifici. Esso rappresenta, inoltre, una soluzione estremamente efficace, sicura e dall'ineguagliabile rapporto costo/beneficio.
Nella strategia di difesa, l’aggiunta del Penncozeb® DG migliora l’efficacia e previene l’insorgere di fenomeni di resistenze a costi contenuti.
 
Possibili posizionamenti d’impiego del Penncozeb® DG: su frumento può essere impiegato contro Septoria e Ruggini alla dose di 2,1 kg/Ha

Penncozeb® DG si caratterizza anche per la sua versatilità e flessibilità di impiego. In relazione alla gestione della coltura ed al patogeno fungino prevalente, Penncozeb® DG può essere applicato nella strategia di difesa del frumento durante le principali fasi di intervento, ovvero fine accestimento-inizio levata (epoca diserbo), foglia a bandiera (epoca fungicidi) ed inizio fioritura (epoca fusariosi).
Si raccomanda di non superare il numero di 2 interventi annui con il formulato in oggetto come indicato in etichetta ministeriale.