Patriot Dry combatte il Mal dell’esca in modo naturale

Il fungicida biologico di Sumitomo Chemical Italia, grande protagonista nelle strategie di contenimento del Mal dell’esca su qualsiasi vigneto

Contenuto promosso da Siapa, Sumitomo Chemical Italia :: Sumitomo Chemical Italia - Siapa
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

patriot-dry-sumitomo-8-febbraio-2016.jpg

Un solo agrofarmaco, tanti vantaggi
Patriot Dry è a base dei funghi antagonisti e non fitopatogeni Trichoderma asperellum e Trichoderma gamsii. I ceppi selezionati, dalla vitalità prolungata, prevengono l’insorgere di patogeni resistenti e sono già presenti naturalmente nell’ambiente, per cui non presentano problemi di residui.
 
È indicato per l’agricoltura integrata e biologica, è compatibile con qualsiasi linea di difesa contro il Mal dell’esca della vite, e in più è autorizzato su orticole, floreali, ornamentali e fruttiferi arborei.

Patriot Dry va impiegato preferibilmente subito dopo la potatura a fine inverno, al ‘pianto della vite’, quando la linfa che fuoriesce dai tagli facilita l’insediamento dei suoi principi attivi, mentre la ferita della pianta costituisce una pericolosa via d’ingresso per i patogeni.
 
La sua azione si sviluppa in due modi:
- colonizza la ferita togliendo spazio vitale ed elementi nutritivi ai funghi patogeni
- con la sua presenza forma una barriera protettiva contro la loro diffusione
 
Il trattamento primaverile combatte il Mal dell’esca anche con potature effettuate nei primi mesi invernali, perché le ferite possono essere colonizzate e difese fino a quattro mesi dalla potatura.
 
L’attività di Patriot Dry contro i patogeni è esclusivamente preventiva, ma le prove dimostrano che il numero e i sintomi delle piante malate diminuiscono in maniera significativa, anno dopo anno. Nei vigneti a forte rischio di malattia è possibile anche effettuare un secondo intervento entro la fase del germogliamento.
 
Efficacia riconosciuta
L’efficacia di Patriot Dry nella lotta al Mal dell’esca è riconosciuta da numerose prove sperimentali, su vitigni diversi e in diverse regioni: i risultati riportati nei grafici in basso dimostrano che il suo impiego preventivo riesce a ridurre il numero di piante attaccate e l’intensità dei sintomi, anche su vitigni sensibili e con forte presenza della malattia.
 
 
I rilievi sono stati effettuati con mappatura su 800 viti, e mostrano che già al secondo anno di trattamenti si riscontra una diminuzione progressiva dei sintomi. Il calo si accentua al terzo anno, contro un aumento rispetto alla situazione iniziale nel testimone non trattato.
 
Agrofarmaci autorizzati dal ministero della Salute; per relativa composizione e numero di registrazione si rinvia alle schede dei prodotti disponibili anche in internet; usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell¹uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l¹attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta. È obbligatorio l¹uso di idonei dispositivi di protezione individuale e di attrezzature di lavoro conformi (D. Lgs. 81/2008 e ss. mm.).
 
Scarica il pieghevole Sumitomo Chemical Italia
 
Scarica il pieghevole Siapa
 
link

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 253.666 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner