Colture

carciofo

Carciofo
Cynara cardunculus scolymus L.

Il carciofo (Cynara cardunculus L. subsp. scolymus (L.) Hegi) è una pianta orticola ed erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae, adatta per uso alimentare e medicinale. Il frutto è un achenio (spesso chiamato erroneamente seme) allungato e di sezione quadrangolare, provvisto di pappo. Il colore varia dal marrone, più o meno scuro, al grigio con marmorizzazioni brune. Oltre al consumo fresco, il carciofo viene utilizzato dall'industria conserviera. E’ ricco di ferro, fibra, vitamine, sali minerali ed aminoacidi, ma anche di sostanze fenoliche che presentano proprietà benefiche per l'organismo. Ha inoltre una forte capacità antiossidante. In farmacia ed erboristeria il carciofo è utilizzato come coleretico, epatoprotettivo e diuretico. Il carciofo deve la sua azione coleretica principalmente alla presenza di cinarina, sostanza amara ed aromatica che stimola la secrezione della bile. Notevole è il sottoprodotto di foglie della carciofaia, che costituisce un ottimo alimento fresco per gli animali. Anche i residui della lavorazione industriale dei capolini hanno un impiego zootecnico, o vengono essiccati per preparare una farina di carciofo. Le varietà di carciofo sono classificate secondo diversi criteri: in base alla presenza e allo sviluppo delle spine (spinose e inermi), in base al colore del capolino (violette e verdi), in base al comportamento nel ciclo fenologico (autunnali o rifiorenti e primaverili o unifere). Fra le varietà più famose si annoverano il Brindisino, il Paestum, Spinoso sardo, il Catanese, il Verde di Palermo, la Mammola verde, il Romanesco, il Mazzaferrata di Cupello, il Violetto di Toscana, il Precoce di Chioggia, il Violetto di Provenza, il Violetto di Niscemi, Spinoso di Sicilia.

Obiettivo suolo: in equilibrio è meglio

AgroNotizie ha intervistato Francesco Maugeri, libero professionista dedicato alle colture orticole. Le esperienze di campo dimostrano che un terreno ben gestito e in equilibrio migliora la produttività
biolchim-intervista-francesco-maugeri-apertura

Coltivare ortaggi è forse l’attività più complessa cui un agricoltore possa dedicarsi. Per quanto si limitino le colture da porre in rotazione, si parla comunque di cucurbitacee come di solanacee, ma anche di carciofi e altre orticole di pregio, ognuna con specifiche ...

12 ott Bioenergie

Cardo, una coltura energetica polivalente ed autoctona

Energia da biodiesel, pellet, biogas e bioetanolo. Inulina e fruttosio per l'industria dietetica. A cura di Mario A. Rosato
capolino-di-cardo-mariano-secondo-art-ott-2020-rosato-fonte-thanasis-papazacharias

Mario A. Rosato di Mario A. Rosato

La famiglia delle Asteracee comprende diverse specie con metabolismo C3, note genericamente come "cardo", endemiche dell'area del Mediterraneo. La loro capacità di crescere in terreni marginali, con scarso apporto idrico e di fertilizzanti, così come la loro ...

Quando la birra incontra il carciofo

Chiara, non filtrata, non pastorizzata e aromatizzata all'orticola: i segreti della birra Morellina. La storia dell'azienda agricola La Colmata
birra-morellina-carciofi-agroinnovatori-lug-2020-fonte-azienda-agricola-la-colmata

Giulia Romualdi di Giulia Romualdi

Fare un piccolo passo in più e associare alla coltivazione dei carciofi la realizzazione di un prodotto: la birra. E' stato questo l'obiettivo dell'azienda agricola La Colmata, una realtà situata a Montagnano, una frazione di Monte San Savino (Arezzo), che recentemente ...

Rubrica: AgroInnovatori: le loro storie

Diastar maxi: estensione eccezionale su carciofo per nottue e elateridi

L'insetticida di Chimiberg contiene la sostanza attiva teflutrin che agisce per contatto ed in fase di vapore esercita un'azione repellente
diastar-maxi-fonte-chimiberg

Chi sono le nottue e gli elateridi che infestano le piante di carciofo? Come eliminarli dai nostri campi? Le nottue sono lepidotteri che depongono spesso le uova su piante orticole. Sulle foglie determinano rosure su porzioni più o meno ampie della lamina. Sulle giovani piantine si ...

Video

24 mar 2014 720 visualizzazioni

L'agricoltore è eco-sostenibile se fa il contadino M. Scozzoli

www.quadernodicampagna.it - Scozzoli usa il software QdC - Quaderno di Campagna per gestire il registro dei trattamenti e per la rintracciabilità delle sue produzioni. Esporta pesche nei Paesi Scandinavi. Per maggiori informazioni su: Registro dei trattamenti: Rintracciabilità e Qr Code: Video registrato durante il Forum Agricoltura Sostenibile (Verona, 6-9 febbraio 2014), organizzato da AgroNotizie - network di Image Line: www.imagelinenetwork.com Soundtrack Credits: "Slither Away" by sunbyrn 2005 ­Licensed under Creative Commons Attribution ccmixter.org/files/sunbyrn/1206


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner