Agronotizie ricorda la 'provincia dimenticata' con il reportage 'Terremoto, Mantova riparte'

Ci sono storie che si nascondono dietro le pieghe dell'attualità. C'è un'attualità che non viene raccontata, ma viene - purtroppo - vissuta in silenzio o con una voce non ascoltata seppur forte. Il tutto è partito con una mail, qualche settimana fa. Un confronto in redazione, tante telefonate e contatti con agricoltori, consorzi, contoterzisti.

Cristiano Spadoni di Cristiano Spadoni


Ci sono storie che si nascondono dietro le pieghe dell'attualità.

C'è un'attualità che non viene raccontata, ma viene - purtroppo - vissuta in silenzio o con una voce non ascoltata seppur forte.

Il tutto è partito con una mail, qualche settimana fa. Un confronto in redazione, tante telefonate e contatti con agricoltori, consorzi, contoterzisti.

Ieri Francesca ha pubblicato il reportage "Terremoto, Mantova riparte".

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell'Apima di Mantova che ci ringrazia dell'attenzione

 

A DUE MESI DAL SISMA AGRONOTIZIE RICORDA MANTOVA

"LA PROVINCIA DIMENTICATA” SUL SITO DA 110MILA UTENTI ISCRITTI

A due mesi esatti dal sisma, il portale web dedicato all’agricoltura – Agronotizie - intervista alcuni rappresentanti del settore primario mantovano. "Terremoto, Mantova riparte”, è questo il titolo dell’ampio servizio pubblicato sul portale che conta oltre 110mila utenti iscritti. Emblematico il sottotitolo: "Dagli agromeccanici agli allevatori di suini, dalle preziose bonifiche ai produttori di latte, parlano gli abitanti della provincia dimenticata”.

"Per i media, infatti, le due forti scosse di terremoto del 20 e 29 maggio scorsi sono state archiviate come il terremoto in Emilia, tanto che delle risorse stanziate dal Governo alla Lombardia sono rimaste le briciole – spiega il direttore di Apima Mantova, Sandro Cappellini, fra le voci ascoltate da Agronotizie -. Invece la situazione è ben diversa, ancorché il Mantovano sia stato risparmiato in termini di vite umane. I danni ci sono e raggiungono, per l'agricoltura, quasi i 300 milioni di euro”.

Il servizio dedicato alla provincia di Mantova riporta le testimonianze di alcuni protagonisti della filiera primaria: Sandro Cappellini (direttore di Apima e coordinatore nazionale di Confai), Luigi Panarelli (allevatore, presidente della Latteria Vo’ Grande di Pegognaga e della Cia provinciale), Lorenzo Fontanesi (suinicoltore e presidente di Opas), Ada Giorgi (imprenditrice agricola e presidente del consorzio di bonifica Terre dei Gonzaga).

Il portale Agronotizie è gratuito. Il link per vedere l’articolo è questo.

 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Autore:

Pubblicato in storie
Tag terremoto

post successivo post precedente

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner