Redazione


Duccio Caccioni

Duccio Caccioni

Scrive in: Economia e politica, Agrimeccanica, Difesa e diserbo, Vivaismo e sementi, Zootecnia

Duccio Caccioni è perito agrario, agronomo e dottore di ricerca in Patologia Vegetale. Ha svolto per 10 anni attività di ricerca in patologia vegetale e tecnologia post raccolta per poi interessarsi principalmente di mercati e marketing agroalimentare. Attualmente è Direttore Marketing e Qualità del Centro Agroalimentare di Bologna, presidente della Borsa Bio della Camera di Commercio di Bologna, membro del Comitato Prezzi della Cciaa di Bologna, membro del Comitato di certificazione agroalimentare del Registro Italiano Navale, membro del consiglio di amministrazione del Museo della Civiltà Contadina di Bentivoglio. Svolge attività di volontariato come membro dell’Assemblea dei Soci di Action Aid International e presidente della Agenzia di Sviluppo Pilastro Nord Est (Bologna) - in precedenza è stato membro del consiglio di amministrazione di Action Aid International (2010-2016). Insegna Marketing agroalimentare alla Bologna Business School (Bbs) dell’Università di Bologna. Ha insegnato presso le Università di Edimburgo, Oslo, Parma e Palermo. E' stato guest researcher allo Scottish Agricultural College nel 1992 e ha svolto missioni di lavoro e volontariato in numerosi paesi africani e sudamericani come agronomo, esperto post-raccolta e di marketing agroalimentare. E' autore di testi fra i quali: “Il marketing dei prodotti ortofrutticoli”, “Wine Marketing”, che ha ricevuto il Premio Casato Prime Donne nel 2009, e “Il Manuale del biologico”. E' autore di trasmissioni TV e documentari fra cui la serie "La ricetta degli ingredienti” (2013-2016 - Premio Olio Officina 2015, Premio Coltura e Cultura 2016). Come giornalista pubblicista ha inoltre collaborato con quotidiani e riviste in Italia, Francia, Spagna e Regno Unito.

Contatta l'autore
7 lug 2022 Economia e politica

Il dilemma del vegetariano

Un recente studio dell'Università di Sidney ha stabilito che il 6% di tutte le emissioni di CO2 è dovuto al trasporto del cibo. Ma non tutte le categorie contano uguali





Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner