Le colture di copertura, o cover crop, si stanno dimostrando sempre più strumenti agronomici essenziali per migliorare la fertilità dei terreni e controllare la flora spontanea.

 

In agricoltura biologica possono essere gestite attraverso lavorazioni tradizionali del terreno (come l'aratura) o tramite tecniche conservative che vanno dal minimum tillage alla semina diretta. Lo sviluppo di quest'ultima tecnica non è ancora tale da garantire, in caso di colture estive come la soia, un controllo soddisfacente delle infestanti.

 

Negli ultimi anni Aiab Fvg, Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica del Friuli Venezia Giulia, sta testando l'utilizzo del rullo crimper, capace di piegare le cover crop e creare uno strato di materiale pacciamante che limita lo sviluppo delle malerbe. Stando alle evidenze finora ottenute, prossimamente si arriverà a mettere a punto pratiche che rispettano il terreno e, al contempo, tutelano la redditività degli agricoltori.

 

Un incontro tecnico per saperne di più

Per far conoscere la tecnica sperimentata in campo, Aiab Fvg organizza martedì 31 maggio 2022, alle 17:30, l'incontro tecnico "Semina della soia su pacciamatura di segale terminata con roller crimper" presso Casali Baron ad Ariis di Rivignano Teor (Ud).

 

Libera e gratuita, la partecipazione all'incontro consente l'attribuzione di due Crediti Formativi Professionali (Cfp) per il Collegio Professionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e 0,250 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali.

 

Per partecipare basta iscriversi tramite questo link entro il 30 maggio 2022.

Semina-soia-pacciamaturasegale-rollercrimper.jpg
Aiab sta sperimentando l'uso del rullo crimper in agricoltura biologica Fonte foto: Aiab