Un centro di cura Covid-19 firmato Bkt

Costruiti in tre sole settimane presso lo stabilimento indiano di Bhuj, il centro contactless e l'unità E-ICU dispongono delle più avanzate tecnologie mediche

bktbhujicucentercovid1.jpg

Le persone prima di tutto: è la filosofia che muove il Gruppo indiano
Fonte foto: BKT Europe

Bkt scende in campo, ma questa volta non si tratta di un campo da gioco o di un campo da coltivare.
In aggiunta ai servizi di assistenza medica secondaria esistenti, l'azienda ha creato - in sole tre settimane - presso lo stabilimento di Bhuj in India, un centro di cura Covid-19 contactless e un'unità E-ICU.

Un medico e otto operatori sanitari, supportati dalla tecnologia medica più avanzata che include monitoraggio remoto dei pazienti, analisi dei dati relativi a diagnosi e terapie farmacologiche, macchine per ossigeno ad alto flusso, consulenze remote con realtà aumentata, consulenze in modalità elettronica, sistemi di monitoraggio cloud e di diagnostica per immagini a raggi X basato sull'Intelligenza artificiale, si occuperanno di curare i casi di Covid-19 tra i lavoratori e le rispettive famiglie. 

"In un momento come questo, la responsabilità sociale d'impresa è più importante che mai. Dobbiamo prenderci cura l'uno dell'altro, proteggerci, sostenerci e aiutarci a vicenda. Stiamo cercando di farlo in India e nel mondo con iniziative realizzate dalle nostre filiali presenti in Italia e negli Stati Uniti d'America. Abbiamo bisogno di messaggi positivi, impegno, solidarietà e del trionfo dello spirito umano" ha detto Arvind Poddar, presidente e amministratore delegato di Bkt.
 

Prima le persone: l'impegno di Bkt nell'era del Covid-19

In questi tempi difficili, Bkt si è impegnata a prestare soccorso non solo in India, ma anche a livello internazionale tramite le sue filiali in Italia e negli Stati Uniti.

Dalla forza della "famiglia Bkt", nei mesi scorsi è nata una grande iniziativa: la maggior parte del personale Bkt in tutti i continenti ha donato uno o più giorni di retribuzione e l'azienda ha moltiplicato per otto volte l'importo accumulato. L'intera somma è stata devoluta ai progetti della Bkt Foundation, che fornisce un aiuto concreto alle persone più colpite in India. Nel suo paese d'origine, fortemente colpito dall'emergenza, Bkt ha fornito anche scorte alimentari alle persone svantaggiate delle comunità indiane.

Fonte: BKT

Tag: curiosità pneumatici salute

Temi caldi: Coronavirus