Fendt 5275 C SL: no vertical limit

La nuova mietitrebbia autolivellante a cinque scuotipaglia appartenente alla Serie C - già composta dalle versioni PL e PLI - cambia le regole della raccolta in collina

Contenuto promosso da AGCO Italia :: Fendt
fendt-5275-csl-2020.jpg

Fendt Connect per la 5275 C SL e le altre macchine Serie C ed L
Fonte foto: Fendt

Le novità 2020 di Fendt abbracciano l'intera full line, dai trattori - in primis i 200 Vario - alle mietitrebbiatrici. Se da una parte il brand prosegue lo sviluppo della gamma assiale Ideal, dall'altra amplia la Serie C lanciando il nuovo modello autolivellante a cinque scuotipaglia 5275 C SL (SuperLevel) da 306 cavalli che si aggiunge alle versioni PL e PLI.

La new entry, che arriverà in Italia e Francia a partire dal secondo trimestre 2021, ha tutte le carte per rendere piacevoli le lunghe giornate di lavoro in collina. Confortevole e tecnologica, è agile in campo e veloce su strada grazie al design moderno, alle dimensioni compatte e alla velocità massima di 30 chilometri orari. Come tutte le mietitrebbie Serie C ed L, è dotata in opzione del sistema di telemetria Fendt Connect.
 
Mietitrebbia autolivellante Fendt 5275 C SL in collina
Mietitrebbia autolivellante Fendt 5275 C SL in collina
 

Amante della pendenza

La 5275 C SL con doppia trazione di serie avanza sicura sui terreni collinari potendo contare su una compensazione della pendenza trasversale fino al 38% e sul sistema SuperLevel che assicura un livellamento longitudinale del 35% in salita e del 10% in discesa.

L'operatore può gestire idraulicamente dal terminale touchscreen la reazione della compensazione, realizzata tramite valvole idrauliche. Con il sistema di compensazione attivo, il gruppo trebbiante, i sistemi di separazione e pulizia, il serbatoio granella da 8.600 litri nonché la cabina restano sempre in posizione orizzontale. Il telaio di nuova concezione permette alla 5275 C SL di adattarsi sui pendii più ripidi, mentre due cilindri idraulici consentono l'inclinazione nella direzione di marcia.
 
Fendt 5275 C SL, capace di compensare la pendenza trasversale fino al 38%
Fendt 5275 C SL, capace di compensare la pendenza trasversale fino al 38%

La mietitrebbiatrice offre potenza piena anche in caso di raccolta su pendenze estreme e lavora con le piattaforme di taglio speciali FreeFlow (da 5.4-6-7 metri) e PowerFlow (da 5.5-6.2-6.8 metri) che - sviluppate ad hoc - si distinguono per la presa di potenza posizionata più in alto per raggiungere la compensazione laterale del 38%.
 

5275 C SL, mix di comfort e performance

Integrata di serie, la cabina Fendt Skyline presenta dimensioni generose. Se il monitor da 10.4 pollici e due telecamere permettono di avere tutto sotto controllo, il sedile di ultima generazione con sospensione pneumatica e il sistema di climatizzazione automatica standard assicurano una comodità senza paragoni in qualsiasi condizione, anche con temperature elevate.

Altri componenti di tutto rispetto sono il motore a 6 cilindri AGCO Power Stage V da 7.4  litri abbinato alla trasmissione idrostatica a quattro marce, il sistema di trebbiatura con area di separazione totale di 7.62 metri quadrati e il piano crivellante con area di 4.67 metri quadrati. Per lo scarico della granella e della paglia ci sono un tubo di lancio con velocità di 105 litri al secondo e un trinciapaglia a quattro file di coltelli serrati.
 
Fendt 5275 C SL con spaziosa cabina Skyline
Fendt 5275 C SL con spaziosa cabina Skyline
 

Serie C e L: ancora più tecnologiche

Come le Ideal, le mietitrebbie Serie C da piano vantano ora il nuovo sistema di guida parallela Vario Guide, utilizzabile scegliendo liberamente tra il ricevitore NovAtel Smart 6L e il Trimble AG 382.

Sui modelli Serie C e L arriva anche il sistema di telemetria Fendt Connect (optional) che legge, salva e analizza i dati macchina (posizione, consumi, uso) per trasmetterli tramite rete mobile ad una piattaforma cloud dalla quale il proprietario potrà poi accedere ai dati stessi da Pc o smartphone mediante app. In questo modo, l'utente può ricevere molte informazioni - ad esempio i percorsi della mietitrebbiatrice - e avere una panoramica dei messaggi di errore e degli intervalli di assistenza.

Il cliente può concedere al concessionario di accedere ai dati, su cui ha sempre il controllo proprietario. Così è possibile mettere in atto la cosiddetta Predictive maintenance, la manutenzione preventiva sulla macchina. Le informazioni sull'azienda o i dati agronomici non vengono né salvati né trasmessi. L'intero processo è soggetto al Regolamento generale sulla protezione dei dati europeo.