Trattore nuovo: ora puoi con la tecnologia Argo Tractors

Tre sistemi, un unico obiettivo: permettere ai trattori Landini e McCormick di accedere al credito d'imposta ed aumentare l'efficienza delle attività in ottica di agricoltura 4.0

trattori-landini-mccormick-agricoltura40.jpeg

Trattori Landini Rex 4-110 GT e McCormick X8, pronti per l'agricoltura 4.0
Fonte foto: Argo Tractors SpA

Le gamme Landini e McCormick fanno non uno, ma tre passi avanti nel campo della tecnologia. Ben tre nuovi kit agricoltura 4.0 - due realizzati in collaborazione con Topcon - collocano i trattori dei brand Argo Tractors tra i beni strumentali 4.0 acquistabili con il credito d'imposta previsto dalla legge di Bilancio 2020.

Concepiti per rendere i processi agricoli più efficienti, i kit agricoltura 4.0 presentano differenti gradi di specializzazione: si va dal più semplice Argo al più sofisticato Advanced passando per l'intermedio Standard.

Tutti vantano centralina elettronica con telemetria, antenna Gps con modem e sim card integrati, abbonamento dati e piattaforma web per cinque anni. A questi strumenti si aggiungono il sistema di guida automatica Aes 35, l'antenna satellitare Gps Agi-4 Egnos e il monitor Gps X25 con precisione di 20-30 centimetri nella versione Standard. Prevista l'aggiunta dell'antenna Agi-4 Rtk, del modem CL10 con abbonamento NTRIP di cinque anni e del display X25 con precisione di 3 centimetri nella variante Advanced.
 
Kit agricoltura 4.0 disponibili per i trattori Landini
Kit agricoltura 4.0 disponibili per i trattori Landini

La centralina con telemetria permette il controllo remoto delle trattrici. In particolare - attraverso interfaccia web via smartphone, tablet o pc - è possibile analizzare diversi dati (consumi e media oraria), limitare i giri motore, geolocalizzare le macchine delimitando anche le aree di lavoro e gestire i sistemi di guida assistita o automatica. In breve, queste tecnologie facili da usare sono ideali per monitorare e amministrare al meglio i costi aziendali.
 

Svecchiare il parco macchine conviene

Personalizzabili in base alle specifiche esigenze dei clienti, i kit agricoltura 4.0 del Gruppo di Fabbrico (Re) consentono di usufruire delle agevolazioni del credito d’imposta che - detraibile nei cinque anni successivi a quello di acquisto del bene - sostituisce il precedente iper-ammortamento.

Per ottenere la detrazione che arriva fino al 40% per i beni materiali innovativi 4.0, le aziende agricole italiane devono acquistare un bene tra il primo gennaio e il 31 dicembre 2020 oppure fare un ordine pagando un acconto pari almeno al 20% dell'importo entro fine anno e mettere in funzione il bene entro il 30 giugno 2021. Inoltre, devono inviare una comunicazione al ministero dello Sviluppo economico - Mise allegando i documenti fiscali di acquisto. Per beni di valore inferiore a 300mila euro basta l'autocertificazione, mentre per quelli di valore superiore serve la perizia.
 
Kit agricoltura 4.0 disponibili per i trattori di alta potenza McCormick
Kit agricoltura 4.0 disponibili per i trattori di alta potenza McCormick

Non utilizzabile con il bando Isi di Inail, il credito d'imposta è cumulabile con altre due forme di agevolazione fiscale - il bando del Mezzogiorno e la nuova legge Sabatini, destinata alle piccole e medie imprese che investono in beni strumentali e tecnologie digitali. Dopo la presentazione e l'approvazione della richiesta di finanziamento entro il 30 dicembre 2020, la banca o l'intermediario finanziario eroga in modo parziale o totale il contributo - con una provvista presso la Cassa depositi e prestiti - e l'azienda ha tempo dodici mesi per realizzare l'investimento.

"I nuovi kit abbinati alle agevolazioni fiscali della legge di Bilancio 2020 consentono ai clienti di acquistare trattori Landini e McCormick ottenendo un notevole avanzamento tecnologico con consistenti sgravi fiscali, che in alcuni casi possono raggiungere anche il 95% di detrazione" commenta Mario Danieli, country manager Italia di Argo Tractors. "Senza dubbio è un'occasione straordinaria per ampliare o aggiornare il parco macchine, migliorando l’efficienza e la redditività. Dunque, contiamo di assistere alla diffusione dei pacchetti che già oggi fanno registrare un deciso incremento delle vendite".