Stage V e Covid-19, a breve il possibile accordo

Attesa per l'8 luglio prossimo la decisione di Parlamento e Consiglio europeo sulla ridefinizione - per alcune potenze - delle scadenze definite dai regolamenti europei 2016/1628 e 2018/985

Michela Lugli di Michela Lugli

gomiti-saluto-gomito-by-orcun-adobe-stock-500x5001.jpeg

Attesa la decisione europea sui motori Stage V (Foto di archivio)
Fonte foto: © orcun - Adobe Stock

Dovrebbe essere comunicato nella plenaria del Parlamento europeo, l'8 luglio prossimo, l'accordo su cui Consiglio europeo e Parlamento si stanno confrontando per definire la sospensione delle scadenze (30 giugno 2020 e 31 dicembre 2020) stabilite dal regolamento europeo 2016/1628.
 

In discussione sono la possibilità di prolungare la produzione e la commercializzazione di trattori e macchine mobili non stradali, dotate di motori di transizione Stage IV con potenze inferiori o uguali a 56 kW (76 CV) e superiori o uguali a 130 kW (177 CV).
 

"Attendiamo con impazienza la conferma di questo accordo, seguita da una procedura scritta in seno al Consiglio e che porterà a una pubblicazione nella Gazzetta ufficiale il più presto possibile" fa sapere il Cema.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.627 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner