CT Smart 24, un portale a misura di contoterzista

È online il portale che permette agli agromeccanici di condividere in cloud informazioni su macchine e attività. Giuliano Oldani, presidente della startup e consigliere di Uncai: "Si tratta di un approccio nuovo e dirompente al lavoro conto terzi"

Contenuto promosso da Uncai - Unione Nazionale Contoterzisti Agromeccanici e Industriali, Veronafiere - Fieragricola
giuliano-oldani-uncai-fieragricola-2020.jpg

Giuliano Oldani alla presentazione di CT Smart 24 a Fieragricola 2020
Fonte foto: Uncai

Anche le imprese conto terzi possono trarre vantaggio dal cloud con CT Smart 24, portale dei contoterzisti di recente pubblicazione. Presentata nello stand Uncai a Fieragricola 2020, la piattaforma internet che si ispira all'agricoltura 4.0 consente agli agromeccanici di condividere tra loro dati su macchinari e lavori in un'ottica di sharing economy.

"Vogliamo offrire un approccio nuovo e dirompente al lavoro agromeccanico favorendo la collaborazione tra le imprese" dichiara Giuliano Oldani, presidente della startup e consigliere di Uncai. Oldani - insieme ai colleghi Roberto Negroni, Enrico Milani, Rossano Remagni Buoli e agli ingegneri Damiano Frosi, Alessandro Simonelli e Alberto Picca - propone un servizio ai contoterzisti che vogliono unire le forze nell'affrontare i carichi di lavoro e nel programmare gli investimenti.

Gli abbonati possono usare CT Smart 24 per rendere il proprio parco macchine visibile e fruibile da altri utenti. "È possibile dare una seconda vita ai mezzi agricoli, lanciando Sos ad altri agromeccanici o mettendo il semaforo verde al proprio macchinario fermo" prosegue Oldani. "Inoltre, sul portale c'è un gestionale per la pianificazione degli interventi conto terzi, il controllo di tutte le macchine e la stesura di un consuntivo preciso delle attività per cliente. CT Smart 24 permette anche di impostare alert per le scadenze, come un segretario digitale".

Non solo. Algoritmi predittivi consigliano al contoterzista di ricorrere alla collaborazione di un collega prima che ci sia un'urgenza, tutto nel rispetto di un codice etico. "Ogni agromeccanico conserva i propri clienti. Lo strumento digitale consente di tracciare tutte le collaborazioni e di segnalare immediatamente se un utente non rispetta il gentlemen's agreement tra colleghi" conclude Oldani.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.771 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner