Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Maxima by KUHN: massimizzare i rendimenti di lavoro

Robustezza, affidabilità e precisione, i principali vantaggi delle innovative seminatrici Maxima 3 e Maxima 3 TRR del Gruppo francese

Info aziende
kuhn-maxima3-2018-jpg.jpg

Seminatrice Maxima 3 di casa KUHN
Fonte foto: Kuhn Italia

Rappresentano la voglia d'innovazione di casa KUHN le seminatrici Maxima 3 TRR e Maxima 3, macchine decisamente polivalenti, rapide e comode da usare.
 

Maxima 3 TRR: trainata, compatta e stabile

Seminare il mais su 8 file con un trattore di media potenza. È questo l'obiettivo raggiunto da KUHN con l'introduzione della nuova Maxima 3 TRR, seminatrice monogerme dotata di un nuovo telaio trainato ripiegabile a 8 file.

La seminatrice ad alta precisione è destinata all'impianto di colture di mais seminate a 70 e 75 centimetri di interfila, con possibilità di utilizzare un trattore di circa 100 cavalli, caricando comunque 1.500 litri di fertilizzante.

La soluzione trainata è equipaggiata dall'esclusivo brevetto Stabidrive che garantisce un'eccezionale stabilità durante il trasporto sia su strada che nelle svolte a fondo campo. Il dispositivo Stabidrive contribuisce inoltre a mantenere l'attrezzatura in linea durante la semina in pendenza.

Il telaio di Maxima 3 TRR è particolarmente adatto ad agricoltori e contoterzisti che hanno l'abitudine di caricare la seminatrice in azienda: con una larghezza di trasporto di 3 metri, la macchina è infatti omologata per viaggiare su strada anche a pieno carico.

Facile e sicuro è poi l'accesso alle tramogge grazie all'ampia piattaforma che consente di riempire comodamente il serbatoio per il concime e il microgranulatore.
 
Monitor presente in cabina per gestire le funzioni della seminatrice
Monitor presente in cabina per gestire le funzioni della seminatrice

Quattro ruote portanti montate di serie evitano il compattamento e garantiscono un migliore controllo durante la semina. Le due ruote centrali fungono inoltre da azionamento meccanico dei dosatori degli elementi di semina e del fertilizzatore.

Il nuovo elemento di semina Maxima 3, grazie alle comode regolazioni e alla rinomata robustezza, fa di questa macchina una versione ben equilibrata in grado di seminare mais fino a 10 chilometri orari senza compromessi sulla precisione. L'elemento Maxima 3 può essere equipaggiato con le ruote di chiusura KUHN V-MAX per offrire un'ottimale chiusura del solco.

Il punto di articolazione avanzato, la capacità di appoggio aumentata e la regolazione dell'angolazione semplificata assicurano, infine, un ottimale contatto seme-suolo per un'emergenza rapida e omogenea.
 

Maxima 3: i nuovi telai telescopici ed elementi elettrici

La nuova gamma di seminatrici Maxima 3 si evidenzia innanzitutto per i nuovi telai telescopici (in versione da 6, 8 o 8/9 file) sviluppati da KUHN per soddisfare le richieste degli utilizzatori che necessitano di versatilità e polivalenza nella semina a interfila diverse con la stessa macchina.

L'elemento elettrico Maxima 3 offre un'eccezionale facilità di regolazione e garantisce la massima precisione di semina fino a 10 chilometri orari.

Disponibili in molteplici versioni, le nuove seminatrici consentono di seminare diverse colture con interfila di 37,5, 45, 50, 55, 60, 65, 70, 75 e 80 centimetri: una sola macchina regolabile idraulicamente in grado di seminare senza problemi mais, girasole, piselli, fagioli, colza o soia.
 
Elemento di semina di KUHN Maxima 3
Elemento di semina di KUHN Maxima 3

Il cambio di coltura avviene in tempi record con la garanzia di non passare mai sulla linea di semina (qualsiasi sia l'interfila selezionata) poiché le ruote di Maxima 3 si regolano automaticamente con gli elementi di semina. La tecnologia Varimax assicura inoltre la massima durata utile della macchina grazie all'importante sovrapposizione delle barre del telaio.

L'elemento elettrico di semina consente, infine, la regolazione della dose di seme direttamente dalla cabina del trattore, assicurando al tempo stesso una maggiore precisione di semina evitando lo slittamento delle ruote di azionamento della seminatrice legato alle condizioni del suolo.