Il Nutriscore spiegato semplice

Nato in Francia, e adottato in altri Paesi europei, mostra la qualità nutrizionale dei prodotti alimentari con un punteggio dalla A alla E. Ma il made in Italy non ci sta. Guarda il video

di TotalEU Production

nutriscore-mag-2022-fonte-image-line.jpg

Nutriscore, il sistema di etichettatura della discordia

Ecco il Nutriscore, l'etichetta alimentare che fa tremare il made In Italy.

 

Leggi anche

Nutriscore, il sistema di etichettatura della discordia

 

È un logo nutrizionale nato in Francia, e adottato in altri Paesi europei, che mostra la qualità nutrizionale dei prodotti alimentari con un punteggio dalla A alla E e contrassegnato dai colori verde, giallo e rosso.

 

Gli alimenti contrassegnati con la A sono considerati nutrienti, quelli con la E potenzialmente nocivi per la salute. Il calcolo del punteggio viene effettuato su 100 grammi di prodotto, mettendo in rapporto i nutrimenti da promuovere, come frutta e verdura, e quelli da limitare, ovvero gli alimenti ipercalorici, o ricchi di zuccheri, sali e grassi saturi.

 

Il Nutriscore viene osteggiato dall'agroalimentare italiano in quanto penalizzerebbe prodotti tipici del made in Italy come il Parmigiano Reggiano, l'olio d'oliva e il prosciutto crudo.

 

Nei prossimi anni potrebbe diventare uno standard europeo.

 

Nutriscore, cos'è e come funziona

 

Guarda altri video spiegati semplici sul tema Xylella fastidiosa, Politica Agricola Comune (Pac) e Prosecco-Prošek.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare unione europea video etichettatura made in italy

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner