Psr Abruzzo, il bando per l'agricoltura biologica

A disposizione 2,5 milioni di euro per introdurre o mantenere metodi di coltivazione biologica in tutto il territorio regionale. Scadenza il 10 luglio 2021, all'interno il link al bando

agricoltura-lavoro-agricolo-agricoltore-trattore-macchine-agricole-contoterzismo-agromeccanici-campo-campi-by-antbphotos-fotolia-750x5001.jpg

Agricoltura biologica, in Abruzzo il bando per introdurla o mantenerla (Foto di archivio)
Fonte foto: © antbphotos - Fotolia

E' ancora aperto in Abruzzo il bando per l'introduzione o il mantenimento dell'agricoltura biologica per l'annata 2021 con a disposizione un totale di 2,5 milioni di euro.

Il bando è attivato sulla misura 11 del Psr e vede aperti due interventi:
  • l'intervento 11.1.1 per la conversione all'agricoltura biologica con cinquecentomila euro di dotazione;
  • l'intervento 11.2.1 per il mantenimento del regime biologico, con due milioni di dotazione.
Vediamoli singolarmente.


Intervento 11.1.1: conversione all'agricoltura biologica

Possono partecipare al bando su questo intervento tutti gli agricoltori attivi di tutto il territorio regionale che abbiano almeno 1 ettaro di Sau e che intendano iniziare a condurre i loro terreni in biologico.

Il bando prevede dei contributi a superficie che variano a seconda delle colture in questo modo:
  • seminativi 145 euro/ettaro;
  • foraggere avvicendate 145 euro/ettaro;
  • foraggere avvicendate con allevamento biologico (con almeno 0,2 Uba ad ettaro) 355 euro/ettaro;
  • ortive 600 euro/ettaro;
  • olivo 440 euro/ettaro;
  • vite da vino 680 euro/ettaro;
  • altre coltivazioni arboree 640 euro/ettaro.
Le aziende che fanno allevamento e hanno terreni a pascolo, non riceveranno contributi per i pascoli, ma dovranno specificare queste superfici nella domanda.

Chi riceverà i contributi dovrà impegnarsi a coltivare seguendo le norme dei regolamenti comunitari dell'agricoltura biologica almeno per tre anni, fino al 14 maggio 2024, e fare un corso di formazione o attivare una consulenza tecnica specializzata entro i primi due anni, per le quali è possibile richiedere un voucher per contribuire alle spese. L'obbligo della formazione non è necessario per chi ha un titolo di studio (diploma o laurea) in materie agrarie.


Intervento 11.2.1: mantenimento dell'agricoltura biologica

A bando per questo intervento possono partecipare tutti gli agricoltori attivi della regione che abbiano almeno 1 ettaro di Sau e che facciano già agricoltura biologica.

Il bando mette a disposizione dei contributi a superficie a seconda delle coltivazioni come riportato qui sotto:
  • seminativi 120 euro/ettaro;
  • foraggere avvicendate 120 euro/ettaro;
  • foraggere avvicendate con allevamento biologico (con almeno 0,2 Uba ad ettaro) 330 euro/ettaro;
  • ortive 550 euro/ettaro;
  • olivo 370 euro/ettaro;
  • vite da vino 570 euro/ettaro;
  • altre coltivazioni arboree 530 euro/ettaro.
Anche in questo caso, le aziende che fanno allevamento e hanno i pascoli, devono dichiarare le superfici a pascolo, anche se non sono previsti contributi specifici.

Chi riceverà i contributi dovrà mantenere la coltivazione biologica per tre anni fino al 14 maggio 2024 e potrà richiedere un voucher per la consulenza tecnica.


Aspetti comuni a tutti e due gli interventi

Per entrambi gli interventi le domande devono essere presentate ad Agea sul portale Sian entro il 10 luglio 2021.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale e al testo completo del bando.

Fonte: Regione Abruzzo

Autore: M G

Tag: biologico bandi psr bandi Psr

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 262.584 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner