Campania, i terreni dei comuni per la Banca della terra

Firmato un protocollo d'intesa tra Anci e Regione Campania per realizzare il censimento dei tanti terreni incolti rientranti nei patrimoni dei comuni della regione. Saranno poi assegnati dalla Banca della terra in concessione ai giovani imprenditori agricoli

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

terreni-agricoli-terreno-campi-campo-agricoltura-by-gudellaphoto-adobe-stock-750x500.jpeg

Fino ad oggi la Banca della terra poteva disporre solo dei 362 ettari del demanio di Regione Campania
Fonte foto: © Gudellaphoto - Adobe Stock

Lo scorso 25 febbraio è stato firmato un protocollo d'intesa tra il presidente di Anci Campania, Carlo Marino e l'assessore all'Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo, che amplia in maniera esponenziale l'impegno per la creazione della "Banca delle terre abbandonate o incolte". L'intesa, prevista all'interno del "Piano di supporto istituzionale alla Banca delle terre abbandonate e incolte del Mezzogiorno", prevede che i comuni della Campania effettuino il censimento dei beni del proprio patrimonio di terre in stato di abbandono da lungo tempo, al fine di concederli in gestione a giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni, tramite bandi pubblici.

La Banca della Terra campana - istituita con la legge regionale della Campania n 10 del 31 marzo 2017 e disciplinata dal Regolamento regionale della Campania n 6 del 28 agosto 2018 - è un inventario di terreni incolti o abbandonati del patrimonio regionale agricolo e degli altri enti pubblici. L'inventario è tenuto dalla Direzione generale delle Politiche agricole, alimentari e forestali che provvede alla formazione e aggiornamento degli elenchi contenenti gli identificativi catastali e le informazioni relative alla localizzazione. Fino ad ora erano disponibili in banca dati solo i terreni appartenenti al demanio di Regione Campania, pari a poco meno di 362 ettari.

Con la firma del protocollo Anci - Regione Campania si apre la porta della banca dati regionale - utilizzata dalla Banca della terra per le assegnazioni agli imprenditori mediante concessione - alla vastissima mole dei terreni posseduti dai comuni della regione, che presentano patrimoni generalmente vasti - tanto a titolo di demanio che di proprietà privata - in parte consistente lascito dell'eversione dal feudalesimo avvenuta durante il regime napoleonico tra il 1805 ed il 1815.

"L'associazione dei comuni campani - ha dichiarato Carlo Marino, presidente Anci Campania - abbraccia con favore il piano di recupero e riutilizzazione che ha ispirato la nascita della Banca delle terre campana. Il lavoro fondamentale dei comuni, al fianco dell'impegno profuso dalla Regione, può rappresentare un'opportunità unica per lo sviluppo locale e la creazione di nuove realtà e poli agricoli. L'obiettivo della Banca delle terre campana sarà quello di favorire l'inclusione sociale e sanare i crescenti disequilibri tra centri e periferie, fascia costiera e aree interne, sottraendo all'abbandono terreni incolti e sottoutilizzati, e trasformandoli in occasione per le nuove generazioni".

Soddisfatto anche Nicola Caputo, assessore all'Agricoltura della Regione Campania: "Con la firma del protocollo d'intesa con l'Anci Campania diamo avvio alle attività necessarie per implementare la Banca della terra. L'obiettivo è quello di censire le terre agricole abbandonate ed assegnarle ad agricoltori, in particolare giovani agricoltori, per contrastare l'abbandono dei terreni e delle produzioni agricole, contenere il degrado ambientale e favorire il ricambio generazionale in agricoltura. La Banca della terra - ha concluso Caputo - sarà un'importante occasione di incontro, tra tutela e valorizzazione del territorio, agricoltura e giovani".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: giovani sviluppo rurale suolo banche dati politiche regionali

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 259.080 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner