Nord Italia, attenzione a vitivinicoltura sostenibile, territorio e risparmio idrico

In Emilia Romagna al via il progetto "Legami di Vite" per favorire una crescita della sostenibilità nel settore vitivinicolo, mentre in Lombardia sono state finanziate con 13 milioni di euro nuove opere cantierabili per la sicurezza del territorio e il risparmio idrico

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

vite-vitigno-viticoltura-uva-by-bjorn-wylezich-fotolia-750.jpeg

Nuovo progetto per una filiera vitivinicola sempre più sostenibile in Emilia Romagna
Fonte foto: © Björn Wylezich - Fotolia

Crescita della sostenibilità nel settore vitivinicolo, difesa del territorio e risparmio idrico sono gli obiettivi delle misure e iniziative di quest'ultima settimana presentate al Nord Italia. In Emilia Romagna focus sulla vitivinicoltura sostenibile con il nuovo progetto "Legami di Vite" lanciato dall'Enoteca regionale, mentre in Lombardia sono state finanziate opere di difesa dell'ambiente e per l'efficientamento idrico attraverso i consorzi di bonifica.
 

Emilia Romagna

"Legami di vite", nuovo contratto green per la vitivinicoltura regionale
E' nato un nuovo progetto, con il supporto della Regione Emilia Romagna e il coordinamento dell'Enoteca regionale, già presentato al ministero dello Sviluppo economico, in merito al rafforzamento green del settore vitivinicolo. "Legami di Vite" è un nuovo contratto di sviluppo sostenibile del comparto, che prevede interventi per oltre 115 milioni di euro, di cui 81 sul versante ambientale. All'iniziativa hanno aderito le più importanti realtà regionali e cooperative dell'Emilia Romagna, che rappresentano 12mila imprese agricole socie, per un totale di 470mila tonnellate di uva lavorata e 3,4 milioni di ettolitri di vino imbottigliato all'anno. L'obiettivo del contratto è lo sviluppo di una filiera sostenibile e circolare, virtuoso e focalizzato sull'aggregazione per valorizzare al meglio l'immagine del vino regionale.

"Questo progetto strutturato testimonia la maturità d'impresa del nostro settore enologico - spiegano gli assessori regionali Vincenzo Colla e Alessio Mammi - cooperative e aziende hanno avuto l'intelligenza e la lungimiranza imprenditoriale di mettersi assieme e strutturarsi per essere ancora più forti, mantenendo un fortissimo legame con il territorio, gli agricoltori e i produttori, salvaguardandone la qualità dei prodotti e creando al contempo ottime condizioni per stare sul mercato". "Gli interventi riguarderanno un totale di 115 milioni di euro, di cui oltre 81 sul versante ambientale, pari al 70% degli investimenti - sottolinea il presidente di Enoteca regionale Giordano Zinzani - si tratta di una cifra straordinaria, che dimostra l'impegno e la volontà della filiera vitivinicola dell'Emilia Romagna di essere protagonista consapevole del futuro, non solo del settore ma, più in generale, di un'economia sempre più circolare e rispettosa dell'ambiente". Fra gli interventi finanziati la trasformazione dei prodotti agricoli e dei sottoprodotti in acido tartarico naturale e biocarburanti avanzati, efficientamento energetico, riduzione dei gas effetto serra, riduzione dell'impatto ambientale e miglioramento dei sistemi di confezionamento e di stoccaggio".
 

Lombardia

Consorzi di bonifica, 13 milioni per presidio ambientale e risparmio idrico
La giunta regionale ha dato il via libera al finanziamento di 17 opere al 100% dell'investimento, per un totale di 13 milioni di euro, destinati alla realizzazione di opere di bonifica e irrigazione, opera di difesa del suolo e di attività di gestione del reticolo idrico principale. E' quanto prevede la delibera approvata lo scorso 22 febbraio dalla Giunta regionale lombarda. "Finanziamo 17 opere al 100% - sottolinea l'assessore all'Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Fabio Rolfi - si tratta di interventi attesi da tempo e che sono necessari nell'ottica di una razionalizzazione della risorsa acqua, tema sempre più centrale nell'agricoltura del presente e del futuro, e di difesa del suolo. Queste risorse rientrano nel Piano Lombardia, realizzato per sostenere lo sviluppo infrastrutturale. Tra la Regione e i consorzi di bonifica c'è una piena sintonia e intenzione di collaborare su diversi temi. Puntiamo a realizzare opere innovative".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: viticoltura ambiente sostenibilità acqua vitivinicoltura filiera

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 258.672 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner