Nord Italia, focus su latte e biologico

In Lombardia si studia una sorta di nuova Ocm per il settore lattiero-caseario in vista del prossimo Psr, mentre in Piemonte si punta alla valorizzazione delle produzioni biologiche sul consumatore finale

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

latte-burro-latticini-lattiero-caseari-by-mizina-fotolia-750.jpeg

La Lombardia vuole una nuova Ocm per la zootecnia collegata al lattiero-caseario
Fonte foto: © mizina - Fotolia

Latte e biologico i focus di questa settimana al Nord Italia. In Lombardia si lavora per finanziare nel futuro nuovo Psr una specie di nuova Ocm per gli investimenti delle imprese del settore lattiero-caseario, mentre in Piemonte è stato firmato un accordo fra Regione e Unioncamere per la promozione del cibo bio.

Lombardia

Zootecnia, la Regione vuole una nuovo ocm all'interno del prossimo Psr
Nell'ambito dell'edizione online delle Fiere zootecniche di Cremona l'assessore regionale all'Agricoltura Fabio Rolfi ha reso noto l'intenzione della Regione di inserire nel prossimo Psr una misura al fine di finanziare almeno l'80% degli investimenti non produttivi delle aziende della zootecnia, riorganizzando l'assetto in una sorta di Ocm.

"E' necessario destinare un po' di risorse, rimodulando quelle nazionali, in favore del settore. Siamo favoriti dal contesto del Piano strategico nazionale, che è una buona proposta e la zootecnia può e deve coglierla come un'opportunità. Serve una visione strategica per il futuro con scelte di lungo periodo per questo comparto su sostenibilità, diversificazione produttiva e sostegno all'export. Un Ocm ad hoc può essere lo strumento giusto rafforzando così la visione interprofessionale".

Rolfi si sofferma poi sul settore cooperativo nel settore zootecnico. "Si conferma ancora una volta la centralità della cooperazione per l'agricoltura e la zootecnia. Con questo sistema sono state salvaguardate le aziende e la redditività, ma ora è necessario anche ragionare in termini di programmazione. Temi come lo sviluppo dimensionale e le aggregazioni diventeranno imprescindibili per competere con un sistema industriale in evoluzione. A questo si aggiunge la questione della diversificazione produttiva. Il latte tiene, ma è spesso in difficoltà. Sviluppare nuovi prodotti e di conseguenza nuovi segmenti di mercato sarà fondamentale".
 

Piemonte

Biologico, accordo Regione-Unioncamere per la promozione
Siglato una nuova partnership fra l'assessorato regionale e Unioncamere Piemonte per la realizzazione del progetto "Iniziative di informazione e di educazione alimentare in materia di agricoltura biologica", con lo scopo di fare attività di promozione e divulgazione al fine di valorizzare il prodotto biologico, focalizzato in particolare nell'ambito della ristorazione collettiva.

"Grazie a questo accordo avviamo un'importante attività congiunta con le Camere di Commercio del Piemonte per valorizzare le produzioni da agricoltura biologica - sottolinea l'assessore all'Agricoltura, cibo, caccia e pesca della Regione Piemonte Marco Protopapa - attraverso azioni di educazione alimentare, portando a conoscenza dei più giovani i prodotti di qualità frutto del lavoro dei nostri agricoltori e coinvolgendo le fattorie didattiche". "Promuoviamo il consumo di prodotti di qualità e sostenibili, educando a un'alimentazione consapevole" ha concluso invece il presidente di Unioncamere Piemonte Gian Paolo Coscia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 254.058 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner