Psr Campania, la spesa si rimette in movimento

Pronti 11,2 milioni per investimenti irrigui dei Consorzi di bonifica, indennità compensative delle zone montane portate al 100% dei valori massimi. E arriva anche lo scorrimento della graduatoria per il Progetto collettivo di sviluppo rurale

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

tunnel-banconote-soldi-euro-by-bluedesign-adobe-stock-750x341.jpeg

Nell'ambito delle misure per le aree interne decisiva la rimodulazione delle risorse definita il 2 settembre dalla Commissione europea
Fonte foto: © bluedesign - Adobe Stock

Il Programma di sviluppo rurale della Campania 2014-2020 riprende slancio anche grazie all'ultima modifica, definita dalla Decisione n C (2020) 6153 final del 2 settembre scorso con la quale la Commissione europea ha approvato la versione 8.1 del Psr Campania. E la spesa pubblica potrebbe così facilmente aumentare la velocità in prossimità della scadenza del 31 dicembre, entro la quale va raggiunto il target di spesa utile a non perdere risorse del Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale. E sulla base di questa novità, che ha comportato una rimodulazione delle risorse, si rendono più intensi gli aiuti previsti per le indennità compensative nelle zone montane e si amplia la cifra dei beneficiari tra i comuni aderenti ai Progetti collettivi di sviluppo rurale. Intanto, giunge a compimento l'intervento da 11,2 milioni di euro volto a favorire una irrigazione più efficiente ed efficace rivolto ai Consorzi di bonifica e irrigazione.
 

Consorzi di bonifica, 11,2 milioni per migliorare l'irrigazione

Infatti, con decreto dirigenziale n 219 del 15 ottobre scorso l'assessorato Agricoltura della Regione Campania ha approvato la graduatoria unica definitiva del bando di attuazione - adottato con decreto n 239/2018 - della tipologia d'intervento 4.3.2 "Invasi di accumulo ad uso irriguo in aree collinari" del Psr.

Sono stati ammessi a finanziamento tre progetti d'investimento - presentati dal Consorzio di bonifica Velia, Consorzio di bonifica del Sannio Alifano e Consorzio di bonifica dell'Ufita - per un importo complessivo di 11,2 milioni di euro, che consentiranno un significativo miglioramento del servizio irriguo.

Tra gli investimenti finanziati anche quelli mirano a ridurre i consumi e gli sprechi di acqua agendo sulle reti di distribuzione collettive vetuste e trasformando quelle a pelo libero in reti di distribuzione, sempre collettive, tubate in pressione, per offrire agli agricoltori la possibilità di utilizzare sistemi di irrigazione più evoluti, incentrati sul risparmio e maggiormente calibrati sulla coltura realizzata.
 

Indennità compensativa zone montane, pagamenti al 100%

Buone notizie per i beneficiari dell'indennità compensativa per le zone montane prevista dalla tipologia d'intervento 13.1.1 del Psr. Con decreto dirigenziale n 214 del 6 ottobre la Regione Campania ha aumentato, per la campagna 2020, la percentuale di pagamento dell'indennità compensativa portandola al 100% dei valori ad ettaro di superficie riportati nella corrispondente scheda di misura. Il nuovo decreto indica l'importo dell'indennità in funzione dell'altitudine e della pendenza delle superfici richieste a premio, tenuto conto delle dimensioni aziendali.

A rendere possibile l'incremento della percentuale di pagamento è stata la recente modifica del Psr Campania che ha, tra l'altro, aumentato del 24,24% la dotazione della misura 13, portandola così ad oltre 300,7 milioni di euro. Sempre con lo stesso provvedimento, la Regione Campania ha autorizzato Agea a procedere al pagamento al 100% degli importi richiesti ed ammissibili per le istanze pervenute a seguito di adesione al bando della tipologia 13.1.1 approvato con decreto n 88/2020.
 

Progetto collettivo di sviluppo rurale, c'è lo scorrimento della graduatoria

Con decreto dirigenziale n 219 del 15 ottobre la Regione Campania ha approvato il secondo scorrimento della graduatoria unica definitiva - approvata con decreto n. 59/2019 - relativa al Progetto collettivo di sviluppo rurale, che mette insieme due tipologie d'intervento del Psr: la 7.6.1 con l'operazione B1 "Riqualificazione del patrimonio rurale architettonico dei borghi rurali" e la 6.4.2 "Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali".

Lo scorrimento della graduatoria alla posizione n 38, con conseguente ammissione a finanziamento dei progetti collettivi dei Comuni di Torraca, Letino, Greci, Nusco e Reino (collocati rispettivamente nelle posizioni n 34, 35, 36, 37 e 38), è stato reso possibile grazie all'incremento della dotazione finanziaria della tipologia 7.6.1 operazione B1 stabilito dalla recente modifica del Psr approvata dalla Commissione Ue.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.575 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner