Marche, 2 milioni per agriturismi e fattorie didattiche

Disponibile un contributo una tantum da mille a 4mila euro ad azienda a seguito dell'emergenza Covid-19. Scadenza il 20 luglio 2020, all'interno il link al bando

agriturismo-multifunzionalita-ospitalita-by-roberto-zocchi-fotolia-750.jpeg

Agriturismi e fattorie didattiche, le Marche stanziano 2 milioni per ripartire dopo l'emergenza coronavirus (Foto di archivio)
Fonte foto: © Roberto Zocchi - Fotolia

Le Marche hanno stanziato 2 milioni di euro destinati agli agriturismi e alle fattorie didattiche per cercare di compensare almeno in parte le perdite di fatturato e far fronte alle spese per mettersi a norma con le regole sanitarie legate all'emergenza per il coronavirus.

Per farlo è stato pubblicato un bando specifico, disponibile sulla Piattaforma 210 con scadenza al 20 luglio 2020.

Possono fare domande tutte le aziende agricole regionali regolarmente iscritte alla Camera di commercio che esercitino l'attività agrituristica o l'attività di fattoria didattica almeno dal 31 dicembre 2019 e che siano ancora in attività.

Nel caso di aziende all'interno del cosiddetto cratere del sisma è possibile fare richiesta anche se l'attività agrituristica o didattica è stata iniziata nel 2020, sempre però che sia ancora in attività.

Il contributo a fondo perduto può andare da mille a 4mila euro ad azienda in base alla perdita di fatturato nel periodo febbraio-maggio 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

Le aziende che fanno tutte e due le attività, cioè sia attività agrituristica sia attività didattica comunque potranno richiedere un solo contributo.

Le domande devono essere inviate tramite il portale Siar entro il 20 luglio 2020 utilizzando la modulistica e le istruzioni presenti sulla pagina dedicata della Piattaforma 210.

Per maggiori informazioni si rimanda quindi alla pagina dedicata e al testo completo del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.627 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner