Tante idee per l'agricoltura del futuro

Gli spazi di mercato in Italia e all'estero sono tanti, ma prima bisogna disporre di analisi puntuali e precise. Le parole d'ordine: analizzare, innovare, diversificare

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

analisi-di-mercato-frutta-by-spectral-design-adobe-stock-750x500.jpeg

Per affrontare i mercati del futuro bisogna innovare, diversificare e analizzare
Fonte foto: © Spectral-Design - Adobe Stock

Piace leggere di iniziative innovative come quella degli amici di Aretè, che in provincia di Ferrara realizzeranno il più grande noceto d'Italia in un corpo unico (170 ettari) finanziato da un grande Fondo di investimento (Idea agro, parte di DeA capital alternative funds). Una intuizione che ha avuto in passato un altro imprenditore amico, Alessandro Annibali, che sta lavorando da tempo con perseveranza (e successo) al progetto "Noce di Romagna".

Aretè fa di mestiere analisi di mercato, quindi sa bene che in Italia gli spazi ci sono: il nostro paese è infatti un netto importatore di noci e la domanda di frutta secca da anni è inoltre in costante aumento. Lo abbiamo segnalato tante volte in passato, lo segnaleremo ancora: alla nostra agricoltura necessitano analisi di mercato – analisi sul mercato interno, analisi sui mercati esteri - puntuali e precise.
Analisi che mettano in evidenza la domanda, le cosidette "finestre" (gli spazi stagionali scoperti in un mercato), le nicchie, le tendenze. Spesso ci si lamenta della carente esportazione mentre nel mercato interno vi sono larghissimi spazi.
Ci possiamo perdere in esempi. Tanto per farne qualcuno: personalmente sono basito tutte le volte che vedo la incredibile quantità di scalogno che viene importato ogni anno in Italia (dalla Francia) o ancora di legumi secchi (dal Canada) - e non mi pare che siano culture particolarmente complicate.

Potremmo poi passare alle tante produzioni biologiche importate. E ancora alla frutta esotica (in Sicilia si possono produrre i migliori mango del mondo e per gli avocado è in corso una vera esplosione della domanda in tutti i paesi affluenti…). Si può dunque arrivare ai piccoli frutti (anche in questo caso è in aumento da anni la domanda in tutta Europa). E poi ci sono le nicchie: tante e interessanti - a partire dalle erbe officinali (anche qui l'importazione è massiccia).

E dopo le nicchie, le tendenze.
Stiamo per esempio seguendo con particolare interesse la domanda dei grandi marchi della moda italiana ed europea di coloranti vegetali naturali; un argomento di interesse estremo.

Per affrontare i mercati del futuro bisogna innovare e diversificare – ma prima, si guardi bene, analizzare.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: import/export biologico mercati frutta in guscio frutta tropicale

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 222.256 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner