Tu e Image Line, un piccolo aiuto per una grande serra

Dai una mano a Aid4Mada per realizzare la prima serra idroponica a Tulear: i bimbi della scuola in Madagascar potranno avere una dieta varia con ortofrutta a km0 e le loro mamme avranno un'occupazione

effetto-serra-aid4mada-2019.png

Image Line è partner e sponsor del progetto

Non è solo la terra a dare buoni frutti. Grazie al progetto Effetto Serra, Aid4Mada intende realizzare nell'estate 2020 la prima serra di agricoltura idroponica di tutto il Madagascar. Sarà costruita all'interno del cortile della scuola Epp di Tanambao-Morafeno, che la onlus gestisce a Tulear "la città più povera di tutto il paese" come spiega Massimo Lazzari, consigliere e responsabile comunicazione di Aid4Mada.

L'associazione opera in Madagascar dal 2015, con progetti legati all'istruzione scolastica, all'acqua potabile e alle borse di studio universitarie: "Nella scuola pubblica studiano circa mille bambini dai 3 ai 15 anni, costruiamo pozzi e water tower che oggi garantiscono accesso gratuito all'acqua potabile a più di 28mila persone e abbiamo stanziato finora nove borse di studio a ragazze e ragazzi dell'Università di Tulear" ha precisato Lazzari.

"Da quest'anno abbiamo deciso di avviare anche un progetto sull'agricoltura, che si concretizzerà nella realizzazione all'interno della nostra scuola della prima serra di agricoltura idroponica di tutto il Madagascar".
 

Non solo per i bambini…

Due sono gli obiettivi del progetto pionieristico Effetto Serra: "Combattere la malnutrizione infantile fornendo alla mensa scolastica, in cui mangiano ogni giorno i bambini, anche verdure e ortaggi coltivati all'interno della serra - ha sottolineato Lazzari - e creare occupazione per le mamme dei bambini che si occuperanno di gestire direttamente la serra attraverso una cooperativa".

Ma questi non saranno gli unici benefici che si potranno ottenere grazie al progetto.
 

Poca acqua? Arriva l'idroponica

"Abbiamo scelto questa tecnologia innovativa - spiega Lazzari - perché particolarmente adatta al clima arido e alle scarse disponibilità idriche di Tulear, che non agevolano la coltivazione a suolo". 

L'idroponica è infatti una tecnica di coltivazione che ben si adatta al clima arido del Sud del Madagascar, richiede un minor consumo di acqua rispetto alle tecniche tradizionali, e permette di ottenere importanti risultati in termini di raccolta. 

Lo sa bene Bloom Project, la startup che, in collaborazione con il dipartimento Dafnae dell'Università di Padova, ha sviluppato delle tecnologie innovative per la realizzazione di impianti di questo tipo nei paesi in via di sviluppo e utilizzerà il più possibile materiali e tecnologie disponibili in loco.

La progettazione dell'impianto verrà effettuata nei prossimi mesi dai tecnici e dai ricercatori che tra giugno e luglio 2020 si recheranno a Tulear per realizzare Agritube. Il sistema prevede che le colture siano inserite all'interno di tubi sopraelevati dentro i quali scorre un flusso di acqua e sostanze nutrienti, regolato da una centralina e una pompa solare.
 

Agritube di Bloom Project

Agritube di Bloom Project

 

E quando si parla di agricoltura, Image Line è sempre in prima fila.
 

Image Line & Aid4Mada, insieme per il Madagascar

L'azienda faentina collabora da tempo con Aid4Mada: già in occasione del Natale 2018 ha aderito al progetto L'acqua è vita e ora, in veste di partner e sponsor del progetto Effetto Serra, si impegna a raddoppiare ogni donazione fatta attraverso il crowdfunding.

Per realizzare Effetto Serra è necessario l'aiuto di tutti...


Vuoi fare subito la tua donazione?

Usa il box qui sotto,
oppure scopri di più sulla pagina dedicata a "Effetto Serra"
Image Line raddoppierà la tua offerta per raggiungere il prima possibile l'obiettivo!

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.776 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner