Le responsabilità della sicurezza sul lavoro in regime di distacco

La sentenza della Cassazione penale (Sezione IV - 19 aprile 2019 n. 17025). A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

martello-giudice-bilancia-gustizia-by-brian-jackson-adobe-stock-750x500.jpeg

L'analisi della recente sentenza della Cassazione penale
Fonte foto: © Brian Jackson - Adobe Stock

Una recente sentenza della Cassazione penale (Sezione IV - 19 aprile 2019 n. 17025) ha ribadito che, in caso di distacco di lavoratori (sia esso reale o fittizio), gli obblighi di prevenzione e protezione (tra cui ricordiamo vi è anche la formazione) gravano sia sul distaccante (il quale mantiene la qualifica di datore di lavoro in senso formale), sia su colui presso il quale i lavoratori sono distaccati.

Quest'ultimo assume la qualifica di datore di fatto, in quanto si serve degli stessi. In questo caso, il ruolo di intermediario di mano d'opera non esclude la titolarità degli obblighi facenti capo al datore di lavoro per la tutela dei propri dipendenti.

Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it
 

Sito internet:  www.231academy.com

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: 231Academy

Autore:

Tag: giurisprudenza sicurezza sul lavoro lavoro agricolo

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.317 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner