Grano italiano: dalle scelte varietali al rapporto con il mercato

Per scoprire come dare valore alle filiere italiane l'appuntamento è a Faenza (Ra) martedì 30 luglio prossimo

agrilinea-20190730-grano-italiano-faenza.jpeg

Faenza (Ra), in via Granarolo 99

Martedì prossimo, 30 luglio 2019, alle 20.30 si terrà a Casa Spadoni, Faenza (Ra), il talk show di Agrilinea "Grano italiano. Dare valore alle filiere italiane dalle scelte varietali al rapporto con il mercato". Realizzata in collaborazione con Apimai Ravenna, Conase, Image Line e Semìa, l'iniziativa ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e vedrà confrontarsi i principali attori della filiera cerealicola: ricercatori, agricoltori, contoterzisti, industria di trasformazione, distributori, fornai, pastai. Saranno presentate alcune filiere di successo che valorizzano i territori, dalle sementi alla farina.

Si parlerà di pasta italiana al 100 per cento e degli accordi per certificare la filiera italiana, del perché si utilizza il grano straniero in Italia; di come viene controllato e analizzato il prodotto, dalla mietitura alla consegna; di quali sono le maggiori problematiche del grano e della pasta, della tracciabilità dell'origine e della materia prima, dei disegni di legge e degli accordi con le maggiori realtà industriali.

Inoltre focus sul glifosate, sul decreto entrato in vigore lo scorso febbraio che prevede nuove etichette per la pasta, di come come si muove la bilancia dell'import-export della pasta in Italia e all'estero e della logistica, dalla raccolta ai porti e ai centri di stoccaggio.

Con la conduzione di Sauro Angelini saranno tanti gli ospiti che interverranno all'evento: Ivano Valmori di Image Line che parlerà di QdC® - Quaderno di Campagna®, Augusto Verlicchi, esperto cerealicolo; Franco Manzato, sottosegretario al ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo (in attesa di conferma); Luigi Cattivelli, direttore Crea Genomica; Cosimo De Sortis, presidente Italmopa; Mauro Tonello, presidente Sis-Società italiana sementi; Fabio Fuselli, Cgs Sementi/Semìa; Giovanni Laffi, direttore Conase; Leonardo Spadoni, Molino Spadoni; Giovanni Dinelli, dipartimento di Scienze agrarie dell'Università di Bologna; Valtiero Mazzotti, direttore generale Agricoltura, caccia e pesca Regione Emilia-Romagna; Rodolfo Santilocchi, dipartimento di Scienze ambientali e delle produzioni vegetali dell'Università politecnica delle Marche; Daniele Govi, Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera Regione Emilia-Romagna; Patrizia Marcellini, coordinatrice Settore grandi colture e servizi per Alleanza Cooperative agroalimentari; Stefano Francia, vicepresidente Cia Emilia Romagna; Giovanni Ballotta, Confagricoltura Emilia Romagna; Massimo Masetti, direttore Consorzio agrario Ravenna; Aride Poletti, Collegio dei periti agrari e laureati di Forlì-Cesena; Gabriele Andrini, tecnico cerealicolo; Roberto Tamburini, presidente Apimai Ravenna; Primo Bagioni, imprenditore agricolo; Gian Luca Bagnara, economista agroalimentare; Alberto Benatti, precision farming sales manager New Holland Agriculture; Marco Miserocchi, country manager agriculture TopCon Agricolture; Andrea Gherpelli, agricoltore custode di antiche varietà; Roberta Centonze, agronoma e consulente indipendente.
Sarà inoltre in collegamento telefonico Alessandra Pesce, sottosegretaria al ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Sarà possibile seguire la trasmissione anche in streaming video a questo link

Agrilinea viene diffusa sui network di emittenti televisive interregionali e un selezionato numero di emittenti satellitari, ed è collegata anche a vari portali online specializzati in agricoltura.
QdC® e Quaderno di Campagna® sono marchi registrati da Image Line S.r.l. Unipersonale

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.359 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner