Sicilia, chiesto lo stato di calamità per Catania

L'evento alluvionale del 18 e 19 ottobre 2018 ha prodotto danni per 173,9 milioni di euro. L'assessore Bandiera chiede al Governo di incrementare il Fondo di solidarietà

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

serre-allagate-nel-ragusano23ott2018copagri-sicilia.jpg

Serre allagate, per le sole infrastrutture danneggiate i danni ammontano a 62,5 milioni di euro
Fonte foto: © Copagri Sicilia

La Giunta regionale di governo della Regione Siciliana ha approvato ieri la proposta di declaratoria per il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la provincia di Catania, a causa degli eventi alluvionali del 18 e 19 ottobre 2018 con danni complessivi stimati ufficialmente dall'assessorato Agricoltura per oltre 173,9 milioni di euro, tra perdita dei frutti delle colture e strutture aziendali danneggiate.

E si allunga la lista dei danni per il Fondo di solidarietà, che l’assessore siciliano all’Agricoltura Edy Bandiera chiede ora nuovamente e pubblicamente di incrementare: per poter “in tutto o in parte” indennizzare gli agricoltori danneggiati dall’ondata di maltempo dello scorso ottobre.

Secondo quanto riporta una nota dell’assessorato Agricoltura della Regione Siciliana “In seguito agli eventi alluvionali del 18 e 19 ottobre 2018 in provincia di Catania sono stati stimati danni alle produzioni, con particolare riguardo al settore orticolo, agrumicolo e olivicolo, per 111 milioni e 390mila euro ed alle strutture aziendali per 62 milioni e 512.500 euro”.

A fronte di questi danni, vengono sollecitate le compensazioni a carico del Fondo di solidarietà nazionale. “Sono previsti gli aiuti in conto capitale in misura percentuale alle assegnazioni statali e l’esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali dell’impresa danneggiata e dei lavoratori dipendenti" è scritto nella nota dell’assessorato agricoltura.

Adesso, a seguito dell’avvenuta approvazione da parte  dalla Giunta, la proposta di declaratoria verrà inviata al ministero delle Politiche agricole, per il riconoscimento degli aiuti.

L’assessore Bandiera: “Per ciò che è di competenza del Governo regionale, abbiamo espletato tutti gli atti nei tempi previsti dalla vigente normativa, adesso la palla passa al ministero delle Politiche agricole e auspichiamo che il Governo nazionale, attraverso un adeguato impinguamento del Fondo di solidarietà nazionale, possa consentire alle aziende colpite di vedere risarciti, in tutto o in significativa parte, i danni subiti”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Siciliana

Autore:

Tag: maltempo mipaaf aiuti di stato danni

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.251 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner